IL CENTROSINISTRA PREVALE IN PROVINCIA DI TARANTO, GRAZIE AL CENTRODESTRA DIVISO

IL CENTROSINISTRA PREVALE IN PROVINCIA DI TARANTO, GRAZIE AL CENTRODESTRA DIVISO

La percentuale pugliese tuttavia è minore di cinque punti percentuali rispetto al precedente del 2016 quando in Puglia in un giorno votò il 68,51 per cento degli aventi diritto. Detto questo, la percentuale più alta di votanti spetta alla Bat, con il 67,7 per cento. Seguono le province di Brindisi (64,7), Taranto (64,5), Lecce (64,4), Bari (62,9) e Foggia (58,7).

di REDAZIONE POLITICA

La percentuale pugliese di votanti è minore di cinque punti percentuali rispetto al precedente del 2016 quando in Puglia in un giorno votò il 68,51 per cento degli aventi diritto. Detto questo, la percentuale più alta di votanti spetta alla Bat, con il 67,7 per cento. Seguono le province di Brindisi (64,7), Taranto (64,5), Lecce (64,4), Bari (62,9) e Foggia (58,7). Cinque sindaci eletti al 1° turno nelle amministrative in provincia di Taranto , mentre in altri quattro comuni si va verso uno scontro al ballottaggio.

dati aggiornati alle 08:00 – fonte: Prefettura di Taranto

Nuovo sindaco eletto ad Avetrana: è Antonio Iazzi che ha superato al “photofinish” con 60 voti in più l’avversario, Luigi Conte ,70% contro 49,30%.

Confermato anche il sindaco uscente di Fragagnano, Giuseppe Fischetti che ha superato (73,08%) il suo omonimo avversario Francesco (Fratelli d’ Italia) che guidava una coalizione del centrodestra con delle liste civiche.

Trionfo a Statte piccolo comune alle porte di Taranto per il sindaco uscente Francesco Andrioli, vicino al 75%, che ha superato la sfidante Caterina Madaro esponente del centrodestra (Fratelli d’ Italia) che si è fermata al 25%.

A Torricella Francesco Turco, dopo l’esperienza negativa con la candidatura alle regionali del 2020 nella lista della Lega) ha sonoramente sconfitto il sindaco uscente Michele Schifone, “Me lo aspettavo – ha dichiarato Turco mentre festeggiava con i suoi sostenitori perché abbiamo fatto cinque anni di opposizione produttiva. Abbiamo portato proposte e idee e la gente ci ha capiti”.

A Massafra ballottaggio per il sindaco Fabrizio Quarto ed il civico Domenico Santoro, un ex-consigliere comunale dell’ Ulivo, che questa volta è stato sostenuto da quel che resta di Forza Italia e la Lega che, quest’ultima, porta a casa un risultato imbarazzante, venendo doppiata nelle preferenze dalla lista civica messa in piedi dal dottor Mimmo Convertino, ottantenne storico esponente del PSI nella 1a Repubblica, craxiano di ferro, già sindaco, assessore regionale e presidente del Consiglio regionale della Puglia.        

Nel comune di Ginosa pressochè certo il ballottaggio tra il sindaco uscente Vito Parisi (M5s) e Patrizia Ratti (centrodestra), distanziati da 700 voti, che si dichiarano al momento entrambi soddisfatti del risultato. I due candidati sulla carta potranno contare reciprocamente sui voti dei candidati di Con (Emiliano) e di Fratelli d’ Italia.

A Grottaglie festeggia il sindaco uscente Ciro D’Alò che ha già festeggiato la vittoria : «Sentivo che ce l’avrei fatta al primo turno, è un grande risultato. Si vede che i grottagliesi hanno apprezzato il nostro programma».

A San Giorgio Jonico rieletto il sindaco uscente Mino Fabbiano che ha dedicatp il suo successo a due giovani sangiorgesi, entrambi vittime della strada che hanno perso la vita proprio in questi giorni : l’imprenditore vinicolo Michele Barulli di 33 anni e Daniele Norelli, deceduto un mese fa. 

Please follow and like us:
error

Ti piace il Corriere del Giorno ? Fallo sapere !

Open chat
1
Vuoi contattare la nostra redazione ?
Ciao, vuoi contattare la nostra redazione ?
La nostra mail è: ilcorrieredelgiorno@gmail.com