ESCLUSIVA. I medici e le strutture sanitarie coinvolte nelle intercettazioni dell’inchiesta sulle truffe assicurative a Taranto/4a puntata

ESCLUSIVA. I medici e le strutture sanitarie coinvolte nelle intercettazioni dell’inchiesta sulle truffe assicurative a Taranto/4a puntata

Dalla lettura dei documenti e delle intercettazioni che pubblichiamo emerge l’operato illegale dei medici e delle strutture sanitarie collegate al “clan Tortorella” specializzati nelle truffe alle assicurazioni, a cui partecipava persino un medico delle assicurazioni

Carmine Tortorella

Arriva alla 4a puntata la pubblicazione dell’  ordinanza che ha smantellato  la “centrale” delle truffe alle assicurazioni  a Taranto, realizzate dall’ Agenzia di pratiche e sinistri assicurativi  Tortorella , specializzata come comprovano le intercettazioni , nel pianificare ed organizzare delle truffe studiate a tavolino nei confronti delle principali compagnie assicurative.

Dalle intercettazioni che potrete leggere  di seguito si evince una vera e propria cabina di “regia” della famiglia Tortorella, che utilizzava un gruppo di medici fra i quali emergevano il ruolo del dr. Amedeo Ricci, dr. Angelo D’ Elia, dr. Emanuele Fedele e dr.ssa Filomena Caliandro e di un medico legale a Matera il dr. Vito Antonio Basile , e  delle  strutture sanitarie e di fisioterapia SAN PIO srl, Physio Services srl ,  Fisiosaniben snc che certificano il falso come appurato dagli investigatori.

Quello che i nostri lettori potranno scoprire dalla lettura dell’ordinanza che soltanto il CORRIERE DEL GIORNO ha pubblicato e pubblicherà in esclusiva,  a puntate per tutta la settimana, è il ruolo dei medici al servizio permanente effettivo della struttura organizzativa,  che è stata smantellata grazie all’eccellente lavoro investigativo svolto dalla Guardia di Finanza di Taranto e dalla Polizia Stradale.

 

ORDINANZA Gip 7a parte

 

 

ORDINANZA Gip 8a parte

 

NOTA BENE: TUTTE LE PERSONE INCLUSE NELL’ORDINANZA DEL GIP DR. TOMMASINO DEL TRIBUNALE DI TARANTO NON SOTTOPOSTE AD ALCUN PROVVEDIMENTO DI DETENZIONE CAUTELARE ,  SONO ESCLUSIVAMENTE DA RITENERE AL MOMENTO QUALI  “PERSONE SOTTOPOSTE AD INDAGINI ” ( CIOE’  ISCRITTE NEL REGISTRO DEGLI INDAGATI DELLA PROCURA DI TARANTO)  E QUINDI AL MOMENTO NON SONO ANCORA “IMPUTATI” NEL PROCEDIMENTO IN QUESTIONE

continua /4

Please follow and like us:
error

Ti piace il Corriere del Giorno ? Fallo sapere !

Open chat
1
Vuoi contattare la nostra redazione ?
Ciao, vuoi contattare la nostra redazione ?