MENU
4 Ottobre 2022 17:54
4 Ottobre 2022 17:54

Ed il Taranto continua a salvarsi in extremis.

A me spiace quando Favo definisce gente con l’esaurimento nervoso da risultato le persone di Taranto che osano criticarlo. Specie quando vediamo il Taranto giocare un primo tempo allucinante come quello di oggi. Il Taranto oggi aveva smesso improvvisamente di giocare, palla ai difensori e lanci lunghi per gli attaccanti. Due clamorosi errori difensivi e finale di tempo col due a zero in favore di una squadra modestissima come il Monopoli.” scrive il collega Mimmo Di Lauro su un sito sportivo tarantino al termine della partita di oggi contro il Monopoli dove il Taranto si è salvato grazie ad una prodezza dell’ultimo secondo nei minuti di recupero con la complicità della papera del portiere avversario Ed aggiunge “Come vede signor Favo noi dei “siti” tarantini cerchiamo solo di fare delle critiche costruttive per il bene della squadra e quando vediamo cose che non ci piacciono e che sono tra l’altro piuttosto clamorose, per amore della nostra squadra non possiamo evitare di raccontarle…..non perche’ siamo gente con l’esaurimento nervoso da mancanza di risultati negli ultimi anni ma solo per dare un contributo alla causa. Se poi pensa che siamo qui per applaudirla pure per le ultime negative prestazioni o per sue scelte che si sono rivelate dannose per la squadra mi sa che ha sbagliato posto dove allenare……qui il consenso si guadagna con risultati e prestazioni. Con tutto il rispetto non siamo a Macerata…

Sette giorni dopo le nostre critiche al progetto Taranto “firmato” Campatiello-Montervino-Favo, e sette partite di campionato giocate, i numeri, e quindi i fatti ci danno ampiamente ragione.  Questa non è una squadra che può ambire alla promozione ! Un pareggio miracoloso per il Taranto a Monopoli raggiunto dai rossoblù all’ultimo istante, proprio mentre il direttore di gara stava portando il fischietto alla bocca per il triplice fischio finale.  Questa partita come i responsabili in settimana avevano a turno sottolineato avrebbe dovuto essere la partita del riscatto del Taranto.  A sentire Favo e Montervino contava solo vincere,  come se non ci fossero altri risultati utili possibili. Ed invece il Taranto ha strappato per un miracolo un punto grazie ad un miracolo calcistico all’ultimo secondo di gioco. Come non ridere quando il presidente Campatiello afferma  “Credo, mantenendo i piedi per terra, che questa possa essere la gara della svolta”  o quando l’allenatore Favo dice  Penso che questo pari vada letto in ottica positiva e potrà portare una dose di ottimismo” ???

Schermata 2014-10-19 alle 19.26.00

 

TAGS

Sostieni ilcorrieredelgiorno.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra informazione libera ed indipendente e ci consente di continuare a fornire un giornalismo online al servizio dei lettori, senza padroni e padrini. Il tuo contributo è fondamentale per la nostra libertà.

Grazie, Antonello de Gennaro

È possibile sostenere ilcorrieredelgiorno.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT46E0306903248100000007883

Articoli Correlati

Federer annuncia il ritiro: "La Laver Cup ultimo torneo, il mio fisico ha detto basta"
Italia da urlo, quarto mondiale dopo 24 anni
De Zerbi rifiuta di allenare il Bologna : lo ha fatto per rispetto a Sinisa Mihajlovic
Ciclista salva un cucciolo di maremmano smarrito e affamato in strada: "Gli ho dato le barrette energetiche, adesso è stato adottato"
Benedetta Pilato ha pianto "per Stefano" dopo aver vinto agli Europei di nuoto
Ecco come e dove vedere in diretta il calcio italiano ed estero su Dazn, Sky, Amazon, Rai, Mediaset
Archivi
Perquisizioni delle Fiamme Gialle nelle abitazioni ed uffici della famiglia Matarrese: ipotesi di bancarotta fraudolenta
Operazione del Ros Carabinieri: 15 arresti per droga. Coinvolti anche due agenti della Polizia Penitenziaria ed un ex maresciallo dei Carabinieri
GFVip: una pagina di squallore televisivo che gioca sui sentimenti delle persone
Da oggi a Bari il "Prix Italia 2022"
Il Presidente della Repubblica del Congo Denis Sassou Nguesso incontra l’Ad di Eni Claudio Descalzi

Cerca nel sito