Ed il CoronaVirus prende piede anche all’estero

Ed il CoronaVirus prende piede anche all’estero

ROMA – Sono 100mila i contagi in tutto il mondo, nuovi focolai in Germania, Francia, Stati Uniti, ventuno casi sulla nave da crociera Grand Princes…

ROMA – Sono 100mila i contagi in tutto il mondo, nuovi focolai in Germania, Francia, Stati Uniti, ventuno casi sulla nave da crociera Grand Princess ferma a San Francisco. Ma dalla Cina, da dove tutto è partito, arrivano notizie confortanti perché il virus sembra lentamente arrestarsi e il numero dei casi e delle vittime è in diminuzione. L’allarme però resta alto e l’epidemia è ancora lontana dall’essere sconfitta.

800 casi in Germania

Anche la Germania registra un nuovo imponente balzo dei casi di contagio in una sola giornata: il Robert Koch Institut, il maggiore centro epidemiologico tedesco, informa che il numero è cresciuto a 795. Stamattina i contagi segnalati erano ancora 684. È sempre il Nord-Reno Vestfalia il Land più colpito con 373 casi, dei quali oltre 200 nell’area di Heinsberg, che rimane il maggior focolaio del Paese. Decine di nuovi casi anche nel Baden Wuerttemberg (170), seguito dalla Baviera (134). Ad oggi la Sassonia-Anhalt è l’unico Land nel quale non sia stato segnalato alcun caso.

949 casi in Francia: + 330 in un giorno

Sono aumentati nelle ultime 24 ore a 949 i contagi da CoronaVirus in Francia, che ieri erano 613 (+336). Lo ha annunciato il direttore generale della Sanità,  aggiungendo che i morti sono oggi 16, il più forte aumento in un solo giorno (ieri erano 9). Le persone in rianimazione sono 45, 6 in più di ieri.                                                                    

Salgono a 228 i contagi in Svizzera

E’ cresciuto a 228 il numero di casi confermati di CoronaVirus in Svizzera, su 264 persone risultate positive. Lo comunica l’ Ufsp – Ufficio federale della sanità pubblica, ricordando che ieri i casi confermati erano 181. I decessi sono fermi a uno, quello di una 74enne morta il 5 marzo al Chuv-Centro ospedaliero universitario di Losanna. In 20 cantoni è stata segnalata la malattia: Appenzello Esterno, Argovia, Basilea Campagna, Basilea Città, Berna, Friburgo, Ginevra, Giura, Grigioni, Lucerna, Neuchâtel, San Gallo, Soletta, Svitto, Ticino, Turgovia, Vaud, Vallese, Zugo e Zurigo. Non risultano ancora contagi invece in 6 cantoni: Appenzello Interno, Glarona, Obvaldo, Nidvaldo, Sciaffusa e Uri. In Ticino – stando ai dati Ufsp – i casi confermati sono 24, a cui si aggiungono altri 19 in attesa di verifica, per un totale di 43: è il valore maggiore fra i cantoni elvetici. Nei Grigioni i dati sono rispettivamente pari a 12 e 3, per complessivi 15.

60 contagi in Belgio

Sale a 169 il numero dei casi di persone positive al CoronaVirus in Belgio, secondo i dati della Sanità pubblica del Paese, con 60 nuovi contagiati, . Le 60 infezioni sono emerse sulla base dell’esecuzione di 771 test. Dei nuovi casi, 40 sono nelle Fiandre, 15 in Vallonia e 5 a Bruxelles. “La maggior parte dei pazienti positivi hanno viaggiato di recente, ma constatiamo sempre più infezioni locali. Il numero di casi non è raddoppiato perciò è possibile che l’effetto ritorno di chi è andato in Italia del nord, termini”  affermano le Autorità .

Primo caso a Malta, una 12enne italiana e i suoi genitori

Malta ha confermato il suo primo caso positivo di nuovo CoronaVirus: si tratta di un’italiana di 12 anni, arrivata martedì da Roma. Al test sono risultati positivi anche i suoi genitori. Lo ha reso noto il ministro della Salute, Chris Fearne. L’adolescente era in isolamento da giovedi’, quando sono comparsi i primi sintomi. La giovane, con la sorella e i genitori sono stati ricoverati in ospedale in un’unità di isolamento. Le autorità sanitarie maltesi stanno ora cercando di tracciare il percorso dell’adolescente e della sua famiglia e di trovare le persone con cui sono stati in contatto dal loro arrivo sull’isola.

Usa, contagi in 26 Stati: 16 morti

Sono saliti a più di 300 i casi di infezione da CoronaVirus negli Stati Uniti. Lo riporta la Cnn, citando dati dei Centri federali per il controllo delle malattie e prevenzione. Di questi casi, 49 riguardano persone di ritorno da un viaggio all’estero, mentre sono 233 le persone contagiate senza aver lasciato il Paese. Gli Stati in cui si è registrato almeno un caso sono 26.

Tre Stati hanno proclamato lo stato d’emergenza: Washington, California e lo stato di New York.  Il CoronaVirus è stato rilevato su 21 delle persone a bordo della nave da crociera bloccata al largo di San Francisco. Lo ha riferito il vicepresidente Usa, Mike Pence, a capo della task force che ha il compito di coordinare la risposta americana alla diffusione del contagio. Si tratta di 19 membri dell’equipaggio e due passeggeri della nave Grand Princess, che trasporta oltre 3.500 persone e dovrebbe presto attraccare in un porto non commerciale dove verranno effettuati nuovi test e dove i malati saranno messi in quarantena, ha aggiunto Pence in una conferenza stampa a Washington.

Sono risultati positivi al CoronaVirus  due partecipanti alla conferenza annuale dell’ AipacAmerican Israel Public Affairs Committee, che si è tenuta a New York dal primo al 3 marzo. “Abbiamo confermato che almeno due partecipanti alla Conference Policy di New York si sono dimostrati positivi per il CoronaVirus, ha reso noto l’Aipac in un messaggio pubblicato sul suo profilo Twitter. 29 nuovi casi sono stati confermati nello Stato di New York, principalmente in un distretto della contea di Westchester a nord di New York City, portando il totale a 44 contagiati. “Rimaniamo in costante comunicazione con il dipartimento sanitario della contea di Westchester e il dipartimento sanitario della DC, che si sta coordinando con il dipartimento sanitario di New York e le autorità sanitarie nazionali”, ha sottolineato Aipac. L’evento ha attirato partecipanti di alto profilo, tra cui il vicepresidente Mike Pence, il segretario di Stato Mike Pompeo, il leader della maggioranza al Senato Mitch McConnell e l’ex democratico Mike Bloomberg della Casa Bianca.

Il primo caso registrato nello Stato del South Carolina è una donna reduce da un viaggio in Italia e Francia . Tornava da una vacanza in Italia anche un altro americano trovato positivo al CoronaVirus in Colorado, dove sono salite a 8 le persone infette. Primo caso in Kentucky e primo in Nebraska dove una donna sui trent’anni di ritorno, a fine febbraio, da un viaggio nel Regno Unito, è stata ricoverata per i sintomi dell’infezione.

Stato di emergenza nello Stato di New York

Andrew Cuomo dichiara l’emergenza nello Stato di New York per il CoronaVirus. Il governatore ha criticato poi il Centers for Disease Control and Prevention per la lentezza nei test. Nello Stato sono stati registrati 21 nuovi casi per portano il totale a 76.

Sospesi i treni Washington-New York

Fermi i treni non stop Washington-New York. L’Amtrak ha annunciato oggi la sospensione dei servizi Acela Nonstop tra le due città a partire dal 10 marzo di fronte ad una ridotta domanda per le linee dirette su questa tratta. La sospensione resterà in vigore fino al 26 maggio.  In una nota della compagnia si legge:  “Di fronte ad una ridotta domanda per il nostro servizio, stiamo operando modifiche temporanee ai nostri orari, eliminando carrozze dai convogli o cancellando alcuni treni laddove esiste un’alternativa conveniente con un orario simile che potrà avere un impatto minimo sui consumatori“.

Le Maldive chiuse a chi arriva dall’Italia

Le Maldive, “nell’ambito delle misure adottate per la prevenzione del contagio da Covid-19, hanno annunciato il divieto di ingresso per i viaggiatori provenienti dall’Italia a partire dalla mezzanotte di sabato 7 marzo“. E’ quanto si legge sul sito Viaggiare Sicuri curato dalla Farnesina. Le autorità locali, secondo quanto riferito, “hanno disposto inoltre il divieto di sbarco per le navi da crociera” ed hanno anche temporaneamente sospeso l’ingresso nel Paese per i cittadini stranieri che risultino aver soggiornato – o anche solo transitato – nella Repubblica Popolare Cinese. Sospeso temporaneamente, fino a nuovo ordine, l’ingresso alle Maldive anche per i viaggiatori provenienti o in transito da Iran e Corea del Sud, limitatamente alle aree colpite dalla diffusione del CoronaVirus.

Cina, 3.070 i morti, guarigioni al 70%

Altre 28 persone sono morte  in Cina per l’epidemia di CoronaVirus, portando così il bilancio nazionale a 3.070 decessi. Ci sono stati 99 nuovi casi di contagio, secondo la National Health Commission, con un aumento dei nuovi casi al di fuori della provincia di Hubei – epicentro del virus – per il terzo giorno consecutivo. La Cina ha registrato, includendo i dati di ieri, un totale di contagi di CoronaVirus  saliti a quota 80.651: le guarigioni, ha riferito la Commissione sanitaria nazionale (Nhc), sono salite a 55.404, sfiorando il 70%.

L’epidemia del CoronaVirus costa alla Cina un deficit commerciale di 7,09 miliardi di dollari a gennaio-febbraio, mancando le attese dei mercati di un surplus di 24,6 miliardi. Oltre all’export, che nello stesso periodo è sceso del 17,2% annuo (a fronte di una stima a -14,2%), il calo dell’import si è fermato al 4% (rispetto ad un previsto -15%).

Corea Sud, 483 nuovi casi, totale a 6.767

La Corea del Sud ha registrato solo nella giornata di ieri 483 nuovi casi di infezione da coronavirus, portando il totale su scala nazionale a 6.767. Lo riferisce il Korea Centers for Disease Control and Prevention (Kcdc), secondo cui i decessi sono 42.

Open chat
1
Vuoi contattare la nostra redazione ?
Ciao, vuoi contattare la nostra redazione ?