Doppio salvataggio in mare della Guardia di Finanza a ferragosto

Doppio salvataggio in mare della Guardia di Finanza a ferragosto
È stato un ferragosto “bollente” e non solo per le elevate temperature registrate per i finanzieri della Guardia di Finanza della Sezione Operativa Navale di Taranto, in mare per la tutela degli interessi economico finanziari e per la salvaguardia della vita umana. Le Fiamme Gialle impiegate nel piano coordinato dal Prefetto di Taranto, hanno compiuto due importanti operazioni di soccorso e salvataggio a mare in favore di due imbarcazioni da diporto trovatesi in difficoltà .
Nel tardo pomeriggio alle ore 18 del 15 agosto, l’equipaggio di un’ unità navale della Guardia di Finanza in servizio a Taranto, ed in grado di fronteggiare tranquillamente  il mare anche in caso di avverse condizioni meteorologiche, ha potuto trarre in salvo un giovane tarantino di 22 anni, il quale nel risalire a bordo di una barca a vela alla fonda di fronte all’Isola di San Paolo, è scivolato dalla propria imbarcazione, procurandosi un profondo taglio alla pianta del piede che gli ha causato una forte e preoccupante perdita di sangue. I Finanzieri, resisi immediatamente conto dell’emergenza, hanno immediatamente allertato il 118 e trasportato il ragazzo alla massima velocità alla “Scesa Vasto” nel Borgo Antico di Taranto, affidandolo alle cure dei medici che erano giunti sul posto con un ambulanza. su richiesta della sala operativa della Guardia di Finanza .
Subito dopo, questo provvidenziale soccorso, e nonostante il Mar Grande fosse particolarmente agitato a causa del forte vento di scirocco, l’equipaggio delle Fiamme Gialle operanti a Taranto hanno tratto in salvo e  prestato soccorso con un provvidenziale intervento  un gruppo di sei vacanzieri  che erano rimasti “in panne”  completamente in balia del mare molto agitato,  con il proprio gommone su cui erano a bordo anche due bambini,  uno di 4 e l’altro di 10 anni.  I Finanzieri nonostante le proibitive condizioni del mare, sono riusciti a portare in salvo e rimorchiare in totale sicurezza il gommone fino al molo di ormeggio presso i “Cantieri Navali Greco“.
image_pdfimage_print
Please follow and like us:
error

Ti piace il Corriere del Giorno ? Fallo sapere !

Open chat
1
Vuoi contattare la nostra redazione ?
Ciao, vuoi contattare la nostra redazione ?