DIETRO LE QUINTE DEL GIURAMENTO DEL GOVERNO DRAGHI AL QUIRINALE

DIETRO LE QUINTE DEL GIURAMENTO DEL GOVERNO DRAGHI AL QUIRINALE

ALL’INTERNO LA FOTOCRONACA DELLA GIORNATA. il primo a prestare giuramento è stato il premier Draghi, che ha letto la formula di rito alle 11.57 con un piccolo anticipo rispetto all’ora previsto. seguito presidente da tutti i 23 ministri che hanno giurato nelle mani del Capo dello Stato. L’esecutivo è nelle sue funzioni. Da quel momento Mario Draghi è diventato il sessantasettesimo presidente del consiglio dell’Italia repubblicana.

di REDAZIONE POLITICA

TUTTI I MINISTRI del nuovo governo Draghi sono giunti anche in anticipo al Quirinale per il giuramento davanti al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, previsto a mezzogiorno. La prime ministre ad arrivare, per il giuramento, sono Erika Stefani, (Lega) ministro per la Disabilità,  Mariastella Gelmini, (Forza Italia), alla guida del dicastero degli Affari regionali, e Mara Carfagna, (Forza Italia) titolare del dicastero del Sud. Arrivato fra i primi anche Renato Brunetta (Forza Italia), titolare della Pubblica amministrazione.

Come da prassi, il primo a prestare giuramento è stato il premier Draghi, che ha letto la formula di rito alle 11.57 con un piccolo anticipo rispetto all’ora previsto. seguito presidente da tutti i 23 ministri che hanno giurato nelle mani del Capo dello Stato. L’esecutivo è nelle sue funzioni. Da quel momento Mario Draghi è diventato il sessantasettesimo presidente del consiglio dell’Italia repubblicana.

La cerimonia si è svolta nel Salone delle feste del Quirinale; i giornalisti hanno dovuto seguirla in diretta streaming, per rispetto della normativa contro la diffusione del coronavirus. 

Come previsto dal cerimoniale, pochi minuti dopo il giuramento è avvenuto il passaggio di consegne tra Giuseppe Conte e Mario Draghi a Palazzo Chigi. Dopo la foto di rito nella sala dei Galeoni, il premier uscente Conti e quello appena entrato in carica, cioè Draghi si sono recati nello studio presidenziale. Al termine del colloquio è avvenuto un altro passaggio protocollare: quello della «campanella» tra il premier uscente e il suo successore. Completato questo rito, Draghi è ufficialmente insediato a Palazzo Chigi.

Il primo Consiglio dei ministri del governo Draghi si è tenuto a Palazzo Chigi dopo il passaggio di consegne tra i due premier e la cerimonia dello scambio della campanella. L’Adnkronos ha riferito che prima del Cdm che darà inizio al nuovo corso tutti i ministri sono stati sottoposti a tamponi rapidi antigenici, potendo accedere alla sala del Consiglio dei ministri solo all’esito dei tamponi, che sono risultati tutti negativi .

Pochi minuti dopo il passaggio di consegne, mentre era in corso il primo consiglio dei ministri del Governo Draghi che è durato meno di mezz’ora, l’ormai ex presidente del consiglio Giuseppe Conte ha lasciato Palazzo Chigi assieme alla compagna Olivia Palladino. Un lungo applauso da parte dei dipendenti della presidenza del consiglio, come già accaduto per alcuni governi precedenti ha salutato il momento dell’uscita di Conte dalla presidenza del consiglio.

Alcuni partecipanti alla riunione del consiglio dei ministri hanno raccontato che il presidente del Consiglio Mario Draghi ha aperto la seduta con un discorso sulle priorità dell’esecutivo di governo partendo da un presupposto che una di queste priorità sarà quella di “mettere in sicurezza il paese“, anche grazie al lavoro di una squadra coesa e senza “interessi di parte“.

Please follow and like us:
error

Ti piace il Corriere del Giorno ? Fallo sapere !

Open chat
1
Vuoi contattare la nostra redazione ?
Ciao, vuoi contattare la nostra redazione ?