Convegno su ”Olivicoltura: innovazione e sostenibilità” organizzato a Taranto dalla Confagricoltura Puglia

Convegno su ”Olivicoltura: innovazione e sostenibilità” organizzato a Taranto dalla Confagricoltura Puglia

Lunedì 26 gennaio, alle 17 presso la Cittadella delle Imprese della Camera di Commercio, in viale Virgilio 152 a Taranto si svolgerà il convegno “Olivicoltura: innovazione e sostenibilità” organizzato alla Confagricoltura Puglia . Con l’introduzione di Donato Rossi, presidente Federazione Nazionale Olivicoltura Confagricoltura, interverranno Salvatore Camposeo, docente di Olivicoltura dell’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”, Alessandro Pantano, responsabile nazionale Ambiente e Territorio Confagricoltura, e Raffaele Maiorano, presidente Giovani di Confagricoltura Anga, i lavori saranno moderati da Carmine Palma, direttore Confagricoltura Taranto. Le conclusioni affidate a Mario Guidi, presidente nazionale della Confagricoltura.

Nel programma del convegno sono previsti i saluti di Luca Lazzàro, presidente Confagricoltura Taranto, del cav. Luigi Sportelli, presidente Camera di Commercio Taranto, Umberto Bucci, presidente Confagricoltura Puglia, Onofrio Giuliano, componente Giunta Confagricoltura,  Lelio Miro, presidente Banca di Taranto, e Antonio Prota, presidente Gal Colline Joniche.

Commentando l’evento, Luca Lazzàro  presidente Confagricoltura Taranto , ha detto: “La presenza del presidente Mario Guidi a Taranto, per la prima volta, rappresenta un importante segnale per questo territorio in un momento di forte criticità: l’agricoltura può e deve essere uno dei fattori fondamentali per il rilancio dell’intera economia ionica”.

L’Italia è il secondo Paese olivicolo in Europa con 150 milioni di piante di olivo e la Puglia è la principale regione olivicola italiana  con 60 milioni di piante, il 32% degli ettari coltivati a olivo in Italia e il 38% della produzione nazionale di olio d’oliva.

Un settore  strategico per l’economia pugliese e per quella nazionale, che vive anch’ esso una crisi strutturale dalla quale sarà possibile uscire con una profonda innovazione e non con i contributi economici comunitari, nazionali e regionali.

Open chat
1
Vuoi contattare la nostra redazione ?
Ciao, vuoi contattare la nostra redazione ?