Borderlands uno sparatutto in prima persona

Borderlands uno sparatutto in prima persona

di Paolo Campanelli

Borderlands, uscito a fine 2009, è il primo capitolo dell’omonima saga famosa per l’astronomica scelta di armi da fuoco presenti. La storia comincia quando i 4 Vault Hunter (tradotti in italiano come “Cacciatori della Cripta”) giungono sul pianeta Pandora alla ricerca del suddetto Vault, che si dice pieno di tesori e misteriosa tecnologia aliena; Mordecai il cacciatore, maestro di tiro e dell’suo “uccellino” Bloodwing, Lilith, Siren in possesso di poteri sovraumani, Roland il soldato con la sua torretta automatica e Brick, in grado di prendere a pugni i nemici fino a farli esplodere. Neanche il tempo di essere scesi dal bus per Fyrestone, un insediamento in mezzo al deserto, che dei predoni attaccano. La vita su Pandora è difficile, con i suoi giorni di 90 ore (o più), il suo ciclo stagionale da 7 anni e i disastrosi risultati del tentativo di utilizzare criminali come forza lavoro per raccogliere le risorse sul pianeta da una corporazione che ha da molto abbandonato il pianeta.

Schermata 2016-08-26 alle 09.09.28

I Vault Hunter giungono a NewHeaven aprendosi una strada attraverso i criminali locali per scoprire che il Vault può essere aperto solo una volta ogni duecento anni, e che l’unico modo è recuperare i pezzi che compongono la chiave. Tuttavia, prima che possano riuscire nel loro intento, i Crimson Lance, un gruppo militare della Atlas Corp., una compagnia che aveva precedentemente messo le mani sulla tecnologia aliena, ruba la chiave e cerca di aprire il Vault. The Zombie Island of Dr.Ned porta i Vault Hunters su un isola dove la Jackob corp. Ricava legname, nel bel mezzo di una apocalisse zombie. I 4, ancora amari dal contenuto mostruoso della Cripta, dovranno allearsi col dottor Ned (che non è il dottor Zed con un paio di baffi attaccati alla mascherina) nel affrontare l’orda di non-morti

Mad Moxxi’s Underdome Riot è formato da una serie di arene dove il giocatore affronta orde di nemici e i boss precedentemente sconfitti nel gioco base; creato principalmente per la modalità cooperativa multigiocatore The Secret Armory of General Knoxx si svolge nell’area dell’Antico Mare (ora completamente secco) e la sua autostrada sopraelevata. Furiosi delle perdite a causa dell’operazione per il Vault, i Crimson Lance, la milizia della Atlas Corp. Crea una base da cui ha intenzione di conquistare nuovamente il pianeta e giustiziare i Vault Hunters. Utilizzando nuovi e variegati veicoli, I 4 Cacciatori dovranno mandare nuovamente all’area i loro piani.

Claptrap’s New Robot Revolution vede la conclusione della storia del primo capitolo: il robottino Claptrap (per l’esattezza, il primo Claptrap incontrato) viene modificato per eliminare indirettamente i Vault Hunters, ma l’upgrade ha l’effetto collaterale di cambiare il suo punto di vista; dato lo stato di schiavitù nel quale i suoi fratelli robotici sono costretti dalla programmazione, da il via ad una rivoluzione per prendere possesso del pianeta, convertendo in cyborg in parte robotici gli abitanti. I Vault Hunters sono costretti a risolvere la situazione, fra facce vecchie (Claptrap ha trovato gli appunti del dottor Ned, che ricordiamo non è suo fratello Zed) e nuove.

Il gioco è uno sparatutto in prima persona con elementi di gioco di ruolo, quindi livelli, resistenze e abilità speciali; essendo il primo gioco, ci molte piccole variazioni e idee che non sono presenti nei seguiti, o che hanno cambiato forma; i 4 personaggi giocabili hanno ognuno 3 differenti specializzazioni, dando ad ogni personaggio abilità specifiche per un ruolo particolare, gli ambienti sono ampi e completamente esplorabili i nemici sono tanti, seppur la varietà manchi un po’ nel gioco base, con solamente una dozzina di nemici con alcune varianti ognuna.

Schermata 2016-08-26 alle 09.10.20

Il sistema delle armi, punto di forza della serie con la sue sproporzionata varietà, è nella sua forma base, ma anche così, il numero di pistole, fucili e mitragliatrici supera i 3 milioni e mezzo, con fucili a pompa che sparano missili, pistole che danno fuoco ai nemici e due variante delle armi, successivamente rimosse, in cui le armi avevano una possibilità di infliggere danno elementale supplementare l’una e l’altra munizioni laser infinite ma soffrivano di una batteria limitata dalla lenta ricarica; altro cambiamento è stato fatto alle marche, che in questo capitolo offrono semplicemente degli anonimi bonus, mentre nei capitoli successivi sono vere e proprie categorie.È presente un modello di crescita delle abilità che rende il tipo delle armi utilizzate più forte con l’uso, e uno che da esperienza extra, accelerando la crescita di livello; i due sono stati combinati in un unica funzione più ampia nel seguito.

Le ambientazioni, almeno fino ai DLC, è piuttosto limitata, trattandosi principalmente di aree semi-desertiche, grotte e resti di operazioni minerarie. Una volta lanciate le espansioni, si aggiungono una buia isola con relativa foresta da film horror, una serie di arene e un’autostrada sopraelevata con postazioni militari nel bel mezzo del deserto. L’humor nero della serie e la sua natura citazionistica, benché non a livello dei seguiti, già si mostra nella sua interezza, seppur i protagonisti non siano esattamente interattivi, parlando, urlando e lamentandosi in battaglia ma rimanendo muti mentre si parla con i personaggi non giocanti.

Il gioco permette fino a 4 giocatori di collaborare in modalità cooperativa (sulle consolle addirittura in modalità split-screen), bilanciando la difficoltà dei nemici e il valore delle ricompense a seconda del numero di giocatori, che si possono anche sfidare in apposite arene; alcune abilità sono esplicitamente dedicate al cooperativo e sono inutili giocando da soli.

Il titolo è uscito ad ottobre del 2009, per Pc PS3 e XboX360, ed è invecchiato con grande “aplomb”, in parte grazie anche alla campagna di marketing interattiva attraverso Twitter e Facebook che la casa produttrice, la Gearbox Software, ha condotto, con video extra (in un dei quali si vede che effettivamente i dottori Zed e Ned non sono la stessa persona) e “dietro le quinte” ispirati a quelli dei film; il gioco non è esattamente facile da trovare sotto forma di disco, ma tutte le versioni sono scaricabili dai negozi online, sia nelle versioni base che in quelle gioco dell’anno (o addirittura in pacchetti da più copie che è possibile regalare digitalmente ad amici e pacchetti con copie dei giochi successivi); rispetto ai capitoli successivi, risulta un po’ povero, ma è ancora molto apprezzabile per i fan del genere. Inoltre, girano voci di un possibile film.

Il gioco costa circa 20 euro in forma base, e una trentina in versione gioco dell’anno, che contiene tutti i DLC che singolarmente costano poco meno di 10 euro l’uno

Please follow and like us:
error

Ti piace il Corriere del Giorno ? Fallo sapere !

Open chat
1
Vuoi contattare la nostra redazione ?
Ciao, vuoi contattare la nostra redazione ?