Arriva il rigore su cellulari, alcol, cinture ed eccesso di velocità cause di troppi morti sulle strade

Arriva il rigore su cellulari, alcol, cinture ed eccesso di velocità cause di troppi morti sulle strade

La Direttiva del Ministro dell’ Interno, Marco Minniti ha un’obiettivo chiaro: prevenire e contrastare i comportamenti che rappresentano le principali cause degli incidenti stradali e della crescita esponenziale degli incidenti mortali. Dal mancato uso dell’auricolare a quello delle cinture, dalla guida in stato d’ebbrezza o sotto l’effetto di droghe, fino al mancato utilizzo del casco. 

ROMA –  Dall’inizio dell’anno, più di 800 morti sulle strade italiane, un tragico dato in aumento costante che ha fatto di questi primi sette mesi di quest’anno il periodo peggiore dal 2001.  Applicate 3.000 sanzioni in più rispetto allo stesso periodo dello scorso anno per l’uso del cellulare alla guida. Il ministro dell’Interno Marco Minniti è corso ai ai ripari contro l’aumento dei morti sulle strade italiane che lo stesso Dipartimento di Pubblica Sicurezza definisce un “allarmante segnale“, emanando una Direttiva che ha un’obiettivo chiaro: prevenire e contrastare i comportamenti che rappresentano le principali cause degli incidenti stradali e sono alla base della crescita esponenziale degli incidenti mortali. Dal mancato uso dell’auricolare a quello delle cinture, dalla guida in stato d’ebbrezza o sotto l’effetto di droghe, fino al mancato utilizzo del casco.

Un valido motivo diventato una priorità per cui occorre intervenire immediatamente, “con un’azione coordinata di tutte le forze di polizia”, sottolinea il Dipartimento,  . La Direttiva firmata dal Ministro  Minniti è stata emanata lo scorso 21 luglio e punta a favorire l’impiego diffuso della tecnologia non solo a fini sanzionatori ma, appunto, con l’obiettivo di ridurre drasticamente gli incidenti stradali. Spetterà ai prefetti dare attuazione alla direttiva.

La Polizia Stradale ha testato un nuovo strumento di rilevazione per le infrazioni degli automobilisti: il telelaser trucam. Oltre agli eccessi di velocità e all’utilizzo di telefono alla guida, il nuovo telelaser trucam può rilevare anche i sorpassi proibiti e i passeggeri che guidano o viaggiano senza cintura, grazie alle telecamere ad alta definizione. In grado di rilevare la velocità fino a 320km/h, può riprendere i mezzi in avvicinamento fino a 1200 metri di distanza ed è in grado di operare anche di notte. Inoltre può essere montato su una postazione fissa, come gli autovelox “tradizionali”, ma poiché pesa solo 1,5kg è utilizzabile anche da un operatore di polizia.

Si tratta di un congegno che riserverà molte brutte sorprese per gli automobilisti indisciplinati: chi gli passerà davanti si accorgerà dell’infrazione solo ben oltre il rilevamento, perché la grande distanza rende impossibile l’avvistamento in anticipo della pattuglia della Polizia Stradale. Le nuove modalità consentiranno la contestazione immediata delle infrazioni: gli agenti saranno anche in grado di mostrare ai guidatori pizzicati a infrangere le regole il video appena ripreso direttamente sulla strada. Il nuovo autovelox, già operativo sulla Pontina e sulla statale 131 in Sardegna, è  in dotazione a ben 382 comandi della Polstrada in tutto lo Stivale.

Allegate al documento ci sono poi una serie di interventi per migliorare collocazione e utilizzo degli strumenti per il controllo degli eccessi di velocità, alla luce delle novità tecniche e normative. Si va dal costante monitoraggio da parte dei prefetti sulla collocazione dei sistemi di rivelazione della velocità, affinché servano esclusivamente ad esigenze di sicurezza stradale, alla verifica annuale delle apparecchiature. Si prevede inoltre la possibilità di effettuare riprese frontali da remoto, purché si proceda all’oscuramento automatico del veicolo e quindi al non riconoscimento delle persone a bordo, e regole più puntuali per segnalare e rendere visibili le postazioni di controllo della velocità.

Le spese di accertamento degli incidenti, che dovranno essere ben circostanziate e documentate, infine, graveranno sul trasgressore .

Please follow and like us:
error

Ti piace il Corriere del Giorno ? Fallo sapere !

Open chat
1
Vuoi contattare la nostra redazione ?
Ciao, vuoi contattare la nostra redazione ?