Al via la 55a edizione dell’ International Piano Competition “Arcangelo Speranza”

Al via la 55a edizione dell’ International Piano Competition “Arcangelo Speranza”

In gara trenta concorrenti provenienti da Italia, Cina, Siria, Giappone, Sud Corea, Spagna, Bielorussia e Polonia

 

ROMA – Dal 26 al 28 maggio, nel Salone della Provincia di Taranto, si contenderanno la vittoria – andata lo scorso anno al russo Feodor Amirov – pianisti di Cina, Siria, Giappone, Sud Corea, Spagna, Bielorussia, Polonia e Italia, con un quartetto di rappresentanti pugliesi,  i  trenta concorrenti provenienti da tutto il mondo che si sfideranno alla 55esima edizione dell’International Piano Competition «Arcangelo Speranza».

La presenza, ogni anno, di giurati di grande spessore artistico-musicale ha favorito, accresciuto e consolidato il prestigio internazionale del Concorso organizzato dagli Amici della Musica «Arcangelo Speranza», ritenuto tra i più importanti per la considerazione della quale gode anche all’estero. E il riconoscimento che il mondo della musica gli conferisce da sempre, quest’anno passa attraverso la riconferma, per il decimo anno, di Marco Vincenzi alla direzione artistica e una giuria, come sempre altamente qualificata, composta da musicisti di grande esperienza e notevole fama come il presidente Riccardo Risaliti (Italia), Vovka Ashkenazy (Islanda), Graham Scott (Regno Unito), Akemi Alink-Yamamoto (Giappone) e lo stesso Vincenzi (Italia).

Tutte le prove e la finale di domenica 28 maggio, potranno essere seguite anche in livestream sul sito della manifestazione, che con le sue cinquantacinque edizioni costituisce un punto di riferimento per i grandi talenti di ogni parte del mondo. Il Concorso Speranza  fondato nel 1962 ed ormai consacrato nel circuito delle più importanti competizioni, in oltre mezzo secolo non ha mai subito un’interruzione, imponendosi con una continuità che rappresenta uno dei segni di garanzia sul piano della qualità. Ma la manifestazione può vantare anche quella credibilità e autorevolezza che possono essere realmente certificate solo dal successo artistico dei tanti giovani musicisti passati attraverso quest’importante competizione.

Tra i concorrenti dell’edizione 2017, molti i  giovani e giovanissimi anche  con una rappresentanza davvero nutrita del sudest asiatico composta da otto giapponesi, Kenji Miura, Tsubasa Tatsuno, Maho Kanda, Doremi Takahashi, Kaoru Jitsukawa, Wataru Mashimo, Tomonori Ozeki e Yoko Fukuda, tre sudcoreani, Jieun Lee, Jong-Hwa Park e Jeonghun Kim, e il cinese Ziming Ren. In gara, oltre al siriano di Aleppo, Nicolas Riyad, anche lo spagnolo Manuel Sanguino, il bielorusso Mikalai Dziomkin, la kazaka Oxana Shevchenko e il polacco Kamil Borkowski.

Il diciassettenne siciliano Nicolò Ferdinando Cafaro (Catania) è il più giovane tra i concorrenti e guida la pattuglia degli italiani composta da Gabriele Taranto (anche lui di Catania), Giuseppe Fiorenza (Milano), Antonino Fiumara (Messina), Giulia Ricci (Forlì), Andrea Napoleoni (Bergamo), Riccardo Natale (Caserta), Lorenzo Morra (Asti), Alberto Bonifazio (Albenga) e dai quattro pugliesi William Greco (Nardò), Serena Valluzzi (Gioia del Colle), Edoardo Daprile (Putignano) e Tiziano Rossetti (Copertino).

 

Please follow and like us:
error

Ti piace il Corriere del Giorno ? Fallo sapere !

Open chat
1
Vuoi contattare la nostra redazione ?
Ciao, vuoi contattare la nostra redazione ?