Gigi D’alessio indagato per evasione fiscale, ed occultamento o distruzione di documenti contabili: “Sottratto un milione di euro”.

La settimana scorsa la Guardia di Finanza di Roma ha perquisito la villa di D’Alessio nel quartiere residenziale dell’Olgiata alle porte di Roma. Il pm Francesco Saverio Musolino ha aperto un fascicolo per occultamento o distruzione di documenti contabili. Un milione di euro di tasse evase. E’ questa l’accusa della procura di Roma a Gigi D’Alessio. Il cantante napoletano – come riportato dal Corriere della Sera e da Il Mattino – è stato iscritto nel registro degli indagati per evasione fiscale. “Sono convinto che l’atto che mi è stato notificato sia un atto a tutela, che mi consentirà di dimostrare, nelle opportune sedi, la mia totale estraneità a fatti che non mi sono ancora chiari e noti”, questo il primo commento del cantante napoletano che aggiunge: “E’ giusto che la magistratura faccia le verifiche che riterrà opportune. Resto, come è naturale che sia, a disposizione dell’autorità giudiziaria”.

Schermata 2015-10-03 alle 13.50.18Secondo il Corriere della Sera, nel mirino del pm vi sarebbe il commercialista del cantante napoletano. Nel frattempo, il prossimo 5 novembre D’Alessio comparirà davanti al giudice per l’udienza preliminare di Roma che dovrà decidere se rinviarlo o meno a processo  per rapina a seguito di quanto accaduto l’11 gennaio 2007, quando, D’Alessio si impossessò della macchina fotografica di due paparazzi che si erano piazzati fuori dalla sua villa romana. Per questo motivo i due fotografi lo denunciarono.

A carico di D’Alessio c’è anche una denuncia per diffamazione, presentata dall’editore di La7 e della Cairo Editore, Urbano Cairo,  che annovera tra le sue riviste proprio quelle accusate e diffamate da Gigi D’Alessio: Nuovo, Diva e Donna, ree secondo il cantante di aver letteralmente inventato alcune interviste nel 2013 e protagoniste insieme ad altri vip anche di un servizio delle Iene in cui in molti lasciavano testimonianze sulla stessa linea del cantante napoletano. Sembrerebbe proprio però che di tali interviste vi siano le prove, sotto forma di registrazione, che hanno fatto scattare la denuncia e che porteranno al processo, iniziato lo scorso 10 Luglio e che vedrà sul banco degli imputati oltre a Gigi D’Alessio anche le Iene ed altri nomi noti del mondo dello spettacolo. Tra i testimoni Marco Balestri che presiedeva nel 2012 il concorso Miss Reginetta d’Italia di Pontecagnano, in cui la soubrette Elenoire Casalegno rilasciò ad una delle riviste di Cairo una delle interviste incriminate