Di tutto di più….

Il ministro dell’Interno Matteo Salvini si selfa sorridente con la propria colazione. Poche ore prima, una forte scossa di terremoto a Catania e l’omicidio del fratello di un collaboratore di giustizia a Pesaro

Il mio Santo Stefano comincia con pane e Nutella , il vostro???

L’analisi gastronomica della ministra della Salute Giulia Grillo ha sollevato un inaspettato polverone mediatico 

Preferisco il panettone tutta la vita, perché il pandoro, diciamolo, è senz’anima. Un po’ come il Pd, senza sostanza, che quando lo mangi ti rimane un po’ pesante… Il panettone invece è più simile al M5S, più saporito” (Fonte: Un Giorno da Pecora, Rai Radio 1)

Il senatore Pd Matteo Renzi ieri, oggi e domani

Matteo Renzi 2016, da premier: “Intendo assumermi precise responsabilità. È un gesto di coraggio e dignità. Se perdo il referendum io non solo vado a casa, ma smetto di far politica”; “Se mi va male vado via subito e non mi vedete più“; “Se io perdo, con che faccia rimango? Ma non è che vado a casa, smetto proprio di fare politica“. Matteo Renzi 2019, intervistato da: “Quando ho perso il referendum ho fatto la scelta di lasciare il governo ma restare in campo“; “ho certamente avuto un ruolo, e forse lo riavrò, vedremo“; “perché io, in fondo, al governo ci posso ANCHE TORNARE: sono molto fiero, felice e contento delle cose che ho fatto” (FonteOggi)

Conferenza stampa di fine anno: il premier Giuseppe Conte difende il blocco dell’indicizzazione per gli assegni sopra i 1.500 euro lordi, con queste parole

Oggi i pensionati scendono in campo, ma il taglio è quasi impercettibile, parliamo di qualche euro al mese… detto sinceramente, forse non se ne accorgerebbe nemmeno l’AVARO DI MOLIERE

Contro-discorso di Capodanno, su Facebook, in perfetta contemporaneità con il messaggio di fine anno di Mattarella. Il volto di Beppe Grillo fondatore 5 Stelle appare su un iPad piazzato sopra il corpo di un culturista

Sono ormai a livelli oltre la perfezione. Non sono neanche più l’Elevato. Non so neanche che anno sia. Io ragiono per secoli, ormai ho diviso la mia mente dal mio corpo. Il mio corpo lo potete vedere, è un sogno, e i sogni saranno la battaglia che dovremo fare nel prossimo secolo. Non so cosa sto dicendo, sto cercando di connettere…

Il sottosegretario agli Affari Europei Luciano Barra Caracciolo del governo M5s-Lega ed il tweet dell’anno

I Criceti di Satana col loro globalismo irenico promuovono il tribalismo malthusiano omicida mirando a pulizie etniche su scala mondiale per assecondare i bisogni edonistici di elite sociopatiche

J-Ax vs. Salvini

Il rapper: “Sogno un mondo senza Salvini“. Il ministro dell’Interno: “Sogni un mondo senza di me? A te doppio bacione!” . E J-Ax: “Grazie per i baci, ma preferirei che restituissi i 49 milioni di euro che la Lega ha rubato agli italiani. Bacini spalmati di crema al cioccolato “(Fonte: Twitter )

Il messaggio “contro i privilegiati” del ministro del Lavoro Luigi Di Maio, dalle piste della Val di Fassa, assieme a Di Battista

Fate sempre le cose che vi rendono felici” (Fonte diretta Facebook )

Alessandro Di Battista scrive Il Fatto Quotidiano… è un bel inviato!

Alessandro Di Battista è tornato in pista. Nella fattispecie, una pista da sci delle Dolomiti. Il Capodanno dei Cinque Stelle è tutto nell’abbraccio tra i due gemelli diversi del Movimento: dopo il lungo peregrinare mesoamericano Di Battista rientra a fianco di Luigi Di Maio. Prima in una fotografia con in mezzo il figlio piccolo Andrea, poi in un video sulla neve. (…) Nel futuro prossimo dell’ex deputato pentastellato non c’è ancora la politica romana (o continentale), ma un altro viaggio molto lontano dai palazzi: Di Battista andrà in Congo. Nei suoi progetti ci sono nuovi reportage, stavolta dall’Africa, forse anche un libro e un tour teatrale (…)

Varie da Twitter

Vittorio Feltri, direttore di Libero: “Povero Congo, dopo il virus Ebola, gli tocca pure Di Battista“. Il senatore di Forza Italia Maurizio Gasparri pubblica la foto di Di Maio e Di Battista sulle piste con la seguente scritta cubitale: “SCI MUNITI”. E Guido Crosetto parlamentare Fdi : “Volevo fare anch’io un video contro la casta ma non trovo più la sacca di mazze da golf. Non ho nemmeno voglia di tirare fuori il cavallo dalla stalla e vestirmi da polo...”

La proverbiale linearità del vicepremier Luigi Di Maio 

Il presidente Mattarella, dal punto di vista della garanzia costituzionale, come sempre è stato fondamentale. In questi mesi è stato anche un po’ l’ANGELO CUSTODE di questo governo“. Ricordiamo che lo scorso maggio Luigi Di Maio voleva mettere il presidente Sergio Mattarella in stato d’accusa per “ALTO TRADIMENTO” ed “ATTENTATO ALLA COSTITUZIONE” (FonteAgorà, Rai 3)

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump nelle consuete telefonate di auguri del 25 dicembre dal salotto della Casa Bianca, rivolgendosi ad una bimba di 7 anni

Credi davvero ancora a Babbo Natale? A quell’età oramai è marginale, cosa da poco conto“. “Certo che ci credo!“, la risposta della piccola.

Il trattato geopolitico dell’esponente grillino Alessandro Di Battista, sui socialnetwork

In politica estera Trump si sta comportando MEGLIO di tutti i presidenti Usa precedenti, incluso quel GOLPISTA di Obama” (Fonte diretta Facebook )

Dal Blog delle Stelle, il sito del Movimento 5 Stelle post di fine anno, della serie “uno vale uno”, viva la “democrazia interna” e la “Costituzione più bella del mondo

 Gregorio De Falco: Espulsione – Saverio De Bonis: Espulsione – Giulia Moi: Espulsione 
– Marco Valli: Espulsione – Lello Ciampolillo: Richiamo. Nei confronti di Matteo Mantero e di Virginia La Mura i procedimenti disciplinari sono stati archiviati. Nei confronti di Elena Fattori e Paola Nugnes i procedimenti disciplinari sono ancora pendenti“,

La parlamentare Daniela Santanchè (Fdi)  si mostra tutta agghindata sulle nevi di Courma, stile Serbelloni Mazzanti, uno shop online di abiti di lusso si complimenta e…

Bellissima foto, complimenti: se ti va dai un’occhiata al nostro shop online, grazie”. E la Santanchè: “Avete cose bellissime, ma gli sconti li fate anche sulle borse Chanel?” (Fonte Instagram )

Il parlamentare Matteo Dall’Osso appena passato dai 5 Stelle a Forza Italia 

Dall’Osso ha lanciato invettive durissime contro gli ex compagni di partito e il governo, reo, a suo dire, di averlo “usato, diffamato, trattato come un disabile e offeso“. Che effetto le ha fatto incontrare Berlusconi? “È una persona anziana più arzilla e vispa di me. E anche di Di Maio. Qualcuno in Forza Italia sta facendo ‘campagna acquisti’ nei 5 Stelle? “Ovviamente no. Al diavolo non si vende, al diavolo si regala, come dice Vasco Rossi”. Il numero dei delusi è abbastanza alto da far saltare la maggioranza in senato? “Questo non lo dico ora. Bisogna rovinargli le feste…“. Secondo Berlusconi il governo cadrà entro il 15 gennaio. “Lasciamoli fare anche oltre: le bombe quando esplodono esplodono…” (Fonte: Un Giorno da Pecora, Rai Radio 1)

Il tragico tweet del deputato Stefano Fassina di Liberi e Uguali

Cari Presidenti @borghi_claudio e @AlbertoBagnai confesso delusione e rabbia: ho messo la faccia e ricevuto insulti da mie fila per sostegno a Piano Savona e manovra espansiva. Con la resa di @matteosalvinimi e @luigidimaio arretriamo anche rispetto ai Governi Pd

L’ex ministro Carlo Calenda e lo stato di salute del Pd  

Conversazione all’alba con Minniti anche lui colpito da ernia del disco. Abbiamo amaramente concluso che è l’effetto diretto dello sforzo di fare qualcosa per risollevare il Pd. #erniapd”  (Fonte Twitter )

Il deputato Pd Emanuele Fiano ed il lancio della finanziaria 

Fiano lancia il testo della manovra, colpito Garavaglia. Durante la protesta delle opposizioni alla Camera, nel corso della discussione sulla manovra in Aula, il deputato Fiano ha lanciato tra i banchi il testo della legge, colpendo il sottosegretario Massimo Garavaglia. “Mi scuso, non era mia intenzione” (Fonte Adnkronos )

Vincenzo De Luca presidente Pd di Regione Campania sul caso del pronto soccorso di Napoli chiuso per la presenza di imenotteri: scatta il “complotto della formica” 

Non mi risulta, ho visto le immagini di un cestino con le formiche. Credo che l’Asl Napoli 1 farà un esposto alla Procura per venire a capo di episodi più che sospetti. Come lei sa, esperta zoologa, le formiche d’inverno stanno al riparo sottoterra. Bene che l’Asl cominci a mobilitare i carabinieri e la procura, perché qui le formiche non esistono, esistono altre cose…”  (Fonte:  Repubblica Tv)

L’attore Massimo Boldi sui socialnetwork

DISPACCIO PER LA COMUNITA’. Milioni di uomini in tutto il mondo usano il VIAGRA. Durante una intervista radiofonica con Giuseppe Cruciani ho ammesso di farne uso pure io. Ebbene non è esatto. Io uso il LEVITRA. Il VIAGRA ” acqua fresca”  (Fonte Twitter )

La cantante Cristina D’Avena pubblica sui social una foto con Rocco Siffredi e cinguetta

Puffa di qua… Puffa di là… Gli auguri con Rocco eccoli qua… Uno scoppiettante 2019 a tutti! “

Comunicato di Mario Adinolfi del Popolo della Famiglia Piemonte

IL POPOLO DELLA FAMIGLIA CHIEDE RIMOZIONE DEL BACIO GAY DA RAIUNO.Appello al presidente Foa: è questa la Rai del cambiamento nel 2019?“. Il Popolo della Famiglia Piemonte chiede “che sia rimosso dalla programmazione del prossimo 4 gennaio un film di prima serata su Raiuno con lungo e insistito bacio tra uomini. Il film si intitola “Wine to Love”. Non siamo sessuofobici ma crediamo che la bellezza del sesso viva di intimità, pudore, nascondimento persino. E soprattutto non vogliamo essere costretti dalla tv a imbatterci in temi delicati per i nostri bimbi, che necessitano i tempi e i modi che ogni famiglia ritiene di dover adottare, senza farseli dettare dalle marchette tra Rai Cinema e la nota lobby

Nella comicità i tempi sono tutto. Anche per  Virginia Raggi 

Virginia Raggi ha scelto il giorno sbagliato per scrivere che ‘il vento è cambiato‘”, la sindaca 5 Stelle “lo ha scritto su Twitter parlando di Ostia, mentre Roma era avvolta da una grande nube di fumo maleodorante, causata da un incendio in un enorme deposito di rifiuti” (Fonte il Post )

L’onorevole Vittorio Sgarbi e lo spirito natalizio 

Le tombolate? Solo la parola mi fa cacare, le tombolate ve le mettete voi nel culo” (Fonte: I Lunatici, Rai Radio 2)

Michela Vittoria Brambilla, onorevole forzista, leader del Movimento Animalista, vanta un tasso record di assenteismo parlamentare del 99,4%. 

Ho 13 cani, 33 gatti, 2 cavalli, 2 minipony, 7 capre, 3 pecore, 2 daini, 3 papere, 200 piccioni. Se i cani potessero votare, io sarei Presidente del Consiglio“(Fonte: Hashtag24 – SkyTg24)




Di Maio: “Ho letto le carte del Tap. Ci sono penali per 20 miliardi di euro”. Calenda smentisce: “La penale non esiste”

ROMA – Luigi Di Maio interviene nella polemica tra il Governo e tre parlamentari M5s  Ciampolillo, Cunial, De Bonis che avevano accusato il premier Conte sostenendo che stesse sbagliando e che non ci fosse alcuna sanzione di pagare nel caso in cui il governo avesse decido di non proseguire i lavori per il gasdotto che dovrebbe approdare in Salento. Ieri Conte aveva scritto ai sindaci per annunciare che il gasdotto, contro cui i Cinquestelle si erano battuti in campagna elettorale, si sarebbe fatto.

“È stata corretta l’analisi di impatto ambientale, tornare indietro costerebbe miliardi di euro” ha dichiarato Luigi Di Maio che aggiunge: “Da ministro dello Sviluppo economico ho studiato le carte del Tap per tre mesi. E sono voluto andare allo Sviluppo economico anche per questo. Vi posso assicurare che non è semplice dover dire che ci sono delle penali per quasi 20 miliardi di euro. Ma così è, altrimenti avremmo agito diversamente – ha affermato Di Maio  che sembra ripetere la stessa “canzone” della cessione dell’ ILVA ed aggiunge – Le carte un ministro le legge solo quando diventa ministroe a noi del M5s non hanno mai fatto leggere alcunché“.

Con queste dichiarazioni Di Maio smentisce anche i suoi tre parlamentari che oggi hanno contestato Conte. “Anche Conte sbaglia. Non ci possono essere penali, semplicemente perché non esiste alcun contratto tra Stato e Tap. Non ci possono nemmeno essere costi a carico dello Stato, semplicemente perché, non essendovi ad oggi il rispetto delle prescrizioni da parte di Tap, non vi può essere responsabilità dello Stato”, avevano affermato i senatori Lello Ciampolillo Saverio De Bonis e la deputata Sara Cunial.

A dare manforte ai tre deputati grillini dissinzienti, arriva persino il sostegno  del suo predecessore, Carlo Calenda, che precisa: “Di Maio si sta comportando da imbroglione, come su ILVA. Non esiste una penale perché non c’è un contratto (fra lo Stato e l’azienda Tap ndr) ma, in caso, una eventuale richiesta di risarcimento danni” da parte dell’impresa “visto che sono stati fatti investimenti a fronte di un’ autorizzazione legale“. L’ex ministro dello Sviluppo economico “carica” le accuse: “Di Maio sta facendo una sceneggiata e sta prendendo in giro gli elettori ai quali ha detto una cosa che non poteva mantenere“.

Il vicepremier Matteo Salvini  , leader della Lega, a sua volta si schiera a favore del Tap:Per famiglie e imprese italiane pagare di meno l’energia è fondamentale, quindi ben vengano opere pubbliche che aiuteranno l’Italia e gli italiani a risparmiare”. Ed anche il ministro dell’Economia Giovanni Tria, alla festa del Foglio, ribadisce: “Io dico, in generale, che bisogna sbloccare le opere pubbliche“.

Nel frattempo i “No Tap” intanto, hanno lanciato una campagna sui socialnetwork  per chiedere le dimissioni dei parlamentari pentastellati eletti in Salento, a cominciare dalla ministra Barbara Lezzi,  con la promessa di fermare il Tap. Oggi, 28 ottobre, a Melendugno, ci sarà una manifestazione  accanto al sito in cui dovrebbe sorgere il terminale del gasdotto.  I volti dei destinatari della campagna, tra i quali figura anche il premier Conte (che però non è mai stato candidato o eletto), vengono raffigurati al centro di due loghi, il primo recante la scritta “No Tap, né qui né altrove”, il secondo “Sì Tap, sia qui che altrove”. Gli attivisti No Tap accusano gli eletti grillini di averli traditi dopo aver fatto della battaglia contro il gasdotto il tema “madre” delle rispettive campagne elettorali, e di aver adesso cambiato idea.

“Hanno perfettamente ragione i comitati. Dei cittadini e i sindaci del Salento ad esigere dal governo di conoscere i documenti che certificano penali milionarie nel caso di interruzione dei lavori del tap” affermano Nicola Fratoianni e Rossella Muroni di Liberi e uguali. “Documenti che fino ad oggi l’opinione pubblica della Puglia e dell’intero Paese non ha potuto conoscere“.




I deputati e senatori grillini nelle vesti di camerieri per raccogliere fondi

“Il portavoce che ti serve”, ieri a Bitritto, è stato l’evento a cui ha partecipato la candidata governatrice per la Puglia, accompagnata da senatori, deputati e consiglieri comunali 5 Stelle, nelle vesti di cameriera per i 400 ospiti presenti. Circa 400 persone di tutte le età, dai più piccoli agli anziani, hanno affollato le grandi tavolate dell’agriturismo “Ranch” immerso nella natura di Bitritto (BA). Una cena, ribattezzata “Il portavoce che ti serve”, basata rigorosamente sui piatti tipici pugliesi: dai panzerottini alle sgagliozze, dalle popizze alle bruschette. E con il contributo di alcuni imprenditori locali anche salsiccia e dolci. Camerieri d’eccezione la candidata alla Presidenza della Regione Puglia, Antonella Laricchia (M5S), in compagnia di parlamentari e consiglieri comunali 5 Stelle come i senatori Barbara Lezzi, Lello Ciampolillo, Maurizio Santangelo, Bruno Marton, i deputati Giuseppe Brescia, Diego De Lorenzis, Mirella Liuzzi, Emanuele Scagliusi nonché i portavoce nei Comuni Sabino Mangano, Francesco Colella, Claudio Carone, Italo Carelli, Alessandra Simone, Vito Saliano, Orazio Colonna e Davide De Lucia.

Schermata 2015-05-19 alle 16.21.27Alle cene megagalattiche da 1.000 euro a persona, agli ingenti finanziamenti delle imprese a cui poi i politici devono restituire il ‘favore’, preferiamo iniziative di questo tipo che si traducono in una grande semplice festa con grandi e piccini – ha detto Antonella Laricchia (M5S) – Un piccolo libero contributo di ogni cittadino è il modo migliore per finanziare le attività politiche. Solo allontanand i soldi dalla politica questa torna ad essere un impegno al servizio della comunità fatta da chi non cerca di arricchirsi ma vuole dare il proprio contributo per migliorare le cose. Ci auguriamo che anche gli altri partiti prendano esempio, dicendo no ai mega-contributi come nei casi Bersani-Ilva per intenderci”. La cifra raccolta, all’incirca 2.000 euro, servirà a sostenere le spese della campagna elettorale regionale dei 5 Stelle.




Digitale terrestre, oscuramento per alcune tv pugliesi. L’elenco delle tv a rischio

Rischio oscuramento per più di trenta televisioni  private in Puglia, in salvo solo 15  emittenti. A rischio anche l’informazione e gli approfondimenti di storiche testate pugliesi, che potrebbero vedersi oscurate le frequenze sul digitale terrestre, fra cui vi sarebbero Antenna SudTelebariTelefoggia, Telerama,  Studio 100, a causa la delibera 480 dell’Agcom, che prevede e quindi dispone lo spegnimento di dodici canali entro il prossimo 31 dicembre. Possibilità molto concreta e vicina che mette in serio pericolo il futuro imprenditoriale di alcuni editori televisivi, ma sopratutto di circa 1000 che lavorano nell’emittenza privata pugliese.

Secondo la Comunità Europea i canali a rischio di chiusura, sarebbero la cause di interferenza con i canali delle televisioni dei Paesi confinanti, Croazia e Slovenia. Il problema non riguarda però soltanto la Puglia, ma è particolarmente avvertito nella nostra regione, visto la consistente presenza di emittenti locali che trasmettono sul digitale terrestre.   L’esito della delibera Agcom non è assolutamente certo. Infatti i  sei canali ” che  contestualmente allo spegnimento delle dodici emittenti che interferiscono all’ estero, potrebbero essere  redistribuite dal Ministero dello Sviluppo economico ad altre emittenti invece di quelle che attualmente occupano le frequenze salve. Questa sera alle 21 diverse televisioni locali pugliesi, per coinvolgere l’opinione pubblica, trasmetteranno dibattiti e programmi televisivi sulla vicenda , con collegamenti tra le diverse emittenti.

CdG parlamento_strasburgo

L’intervento è di natura emergenziale, replicano  dall’ Autorità Garante delle Comunicazioni, ed è necessario a far recuperare all’Italia “credibilità internazionale”. Il rischio è infatti che nei confronti del nostro Paese possa essere aperta l’ennesima procedura di infrazione europea, come ha spiegato il Sottosegretario con delega alle comunicazioni, on. Antonello Giacomelli, in occasione dell’ultima audizione presso la  Commissione di vigilanza Rai. “Lo spettro è saturo– ha detto – nel passaggio al digitale l’Italia ha utilizzato frequenze che Ginevra non ci assegnava”. Ed adesso la Croazia e le Slovenia pretendono quello che secondo l’Europa è di loro diritto. 

sede dell'Agicom, Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni

La delibera Agcom (che recepisce le indicazioni ministeriali) prevede che vadano liberate le frequenze interferenti, e quindi spenti i canali incriminati entro il 31 dicembre prossimo. Contrariamente  – dice la delibera – senza alcun ulteriore preavviso si provvederà  “alla disattivazione coattiva degli impianti, avvalendosi degli organi della polizia postale e delle comunicazioni”.

SOS DELLE TV PUGLIESI– Secondo quanto previsto dalla legge, le reti nazionali televisive sono attualmente venti, e quindi alle emittenti locali è necessario preservare almeno un terzo della capacità trasmissiva. Con la delibera Agcom, però, le reti locali sarebbero meno di dieci.  Il consiglio regionale ed i parlamentari pugliesi hanno chiesto di istituire un tavolo “tecnico” a Roma,  facendo slittare il rinvio dello “switch off” previsto dalla delibera AGCOM . “Il 31 dicembre è dietro l’angolo – ha dichiarato il presidente del consiglio regionale pugliese Onofrio Intronadobbiamo tutelare posti di lavoro e, soprattutto, il pluralismo dell’informazione”.  Il  senatore M5S Lello Ciampolillo, membro della commissione di vigilanza Rai, ha richiesto invece  l’intervento di ispettori per controllare la reale sussistenza delle interferenze . 

LE TV CHE SI SALVANO – Tra le emittenti locali, non avranno alcun problema o conseguenza le seguenti tv:  Tg Norba 24, Canale Italia 84, Canale Italia 83, Telepuglia, TRC, Telelocorotondo, Video Italia Puglia, Teleradio Buon Consiglio, Telemaig, Telecattolica, Telesveva, Canaleotto, RTM, Settegold, Antenna 10, Telecapri.

CHI PERDE LE FREQUENZE –  Telenorba 7 e Telenorba 8, Radionorba tv, Telebari, Telerama,Telefoggia, Teleradio Padre Pio, Canale 2 Tv, Teletrullo, Delta Tv, Telemax, Antenna Sud, Blustar Tv, Teleradio Città Bianca, Teleonda, Teleblu, Telepuglia Italia, Teleradioerre, Telesud, Studio 100, Canale 7, Amica, Teledauna, Tele A, Napoli Ch, Tv Capital, Puglia Tv, Telepunto 5, Telebasilicata Matera, Super 7, Teleregione, Teledehon, Teleradio San Severo, Tele Acli San Marco.

Il governo Renzi sta studiando delle soluzioni per evitare lo spegnimento delle emittenti. “Lavoriamo a un nuovo impianto – ha anticipato il sottosegretario Giacomelli in commissione di vigilanza, rispondendo al sen. Ciampolillo –  che ci riporti nella legalità internazionale dobbiamo riordinare il comparto, senza mettere l’ennesima pezza e rinviare il problema a chi verrà dopo”.