Elezioni Regionali. Salta tavolo sulle primarie nel centrodestra

Elezioni Regionali. Salta tavolo sulle primarie nel centrodestra

Schittulli all’ attacco: “Si sono venduti la Puglia”. Poli Bortone: “Prendano qualche camomilla”. Preferisce twittare ad Emiliano

Giorgia Meloni

Giorgia Meloni

Giorgia Meloni presidente di Fratelli d’Italia, aveva lanciato la proposta di primarie last minute per decidere un candidato unico del centrodestra, ormai è rassegnata  all’idea che in Puglia ce ne saranno due in corsa: l’oncologo Francesco Schittulli (Ncd, FdI, e “Ricostruttori” di Raffaele Fitto), e Adriana Poli Bortone  ex-esponente di An prima e Fratelli d’Italia poi,  (“berlusconiani ” di Forza Italia e Lega). “Le abbiamo provate tutte – commenta la Meloni in una nota – compresa la richiesta di celebrare le primarie per far scegliere agli elettori il candidato presidente più competitivo e rappresentativo. Purtroppo dobbiamo prendere atto che qualcuno ha deciso di spaccare tutto“.

Smettiamola di polemizzare tra di noi” ha concluso la Meloni  “è arrivato il momento di fare la campagna elettorale e di occuparsi dei problemi dei pugliesi”.

Non ha avuto i risultati sperati il vertice di ieri mattina convocato da Schittulli che invitava tutti i partiti di centrodestra per scrivere le regole delle primarie. Poli Bortone, FI e Lega, che avevano ritenuto la proposta sin dal primo momento  “una farsa“, non si sono neanche presentati alla riunione.

Probabilmente si sono venduti la Puglia”  ha detto il commento amaro dell’oncologo barese – “hanno già deciso per altri accordi che esulano dai veri interessi della regione, mettendo il centrodestra in condizioni tali da non poter vincere“. Una lettura contestata dalla Poli Bortone. “Noi adesso stiamo lavorando sui problemi della xylella, della disoccupazione e della sanità in Puglia. Non abbiamo tempo per queste polemiche sciocche. Ognuno può dire quello che ritiene di dire” ed aggiunge: “Hanno molto nervosismo, spero prendano qualche camomilla durante gli incontri dei tavolini che fanno“.

Il mio avversario è Michele Emiliano – dice la Poli Bortone con un tweet – quindi caro Michele ti invito a un confronto pubblico già nei prossimi giorni. Scegli tu data e luogo“. La Poli Bortone si era dichiarata “pronta” alle primarie ma in modo condizionato, cioè “a patto che siano d’accordo tutti i partiti del centrodestra, a cominciare da Forza Italia, Noi con Salvini, Psi, Dc, Pli, Pensionati, Fdi, la recente Area Popolare“.

La decisione di non fare le primarie potrebbe comportare in conseguenza la sua espulsione e fuoriuscita da Fratelli d’Italia della quale l’ex senatrice era entrata a far parte dell’ufficio di presidenza.  Marcello Gemmato coordinatore regionale di FdI , annunciando che il 28 aprile è in programma a Roma una direzione nazionale ha fatto capire la prossima decisione. Fratelli d’Italia ha deciso di sostenere  sin dall’inizio Schittulli in quanto la Poli Bortone ha fatto una scelta autonoma e contraria alle decisioni del suo partito..

image_pdfimage_print
Please follow and like us:
error

Ti piace il Corriere del Giorno ? Fallo sapere !

Open chat
1
Vuoi contattare la nostra redazione ?
Ciao, vuoi contattare la nostra redazione ?