Addio a Giancarlo Di Risio, un vero manager "gentiluomo"

Addio a Giancarlo Di Risio, un vero manager "gentiluomo"

Era in coma irreversibile da molti anni, si è spento a 63 anni. Originario di Pettoranello, in Molise, aveva guidato il gruppo Ittierre, quotato in Borsa negli anni d’oro, e protagonista del turn around e salvataggio della Gianni Versace

di Antonello de Gennaro

Giancarlo  prima di essere stato un grande manager della moda, è stato per me un vero amico, una delle poche persone corrette e di parola che io abbia mai conosciuto, con il suo imprinting di “manager gentiluomo” della Ittierre Holding nel periodo in cui il gruppo fondato da Tonino Perna,  era tra i protagonisti del tessile-moda italiano, e poi artefice del turn around della Gianni Versace come direttore generale.

Giancarlo Di Risio nato a Pettoranello di Molise, in provincia di Isernia, lascia moglie e due figli, era il  fratello maggiore di Massimo, proprietario dell’industria d’auto Dr Motor Company, meglio nota con il marchio DR, società  nata sulle ceneri del ramo d’azienda Iribus di Flumeri, in provincia di Avellino, rilevata dalla FIAT che lascià  il settore bus in Italia

Di Risio era un “visionario” illuminato.  Rispondendo in un’intervista al CorriereEconomia del 2005, circa un anno dopo essere entrato in Versace, gli fu chiesto se condividesse le mosse dell’Unione europea di difesa dalla Cina (dazi e altre barriere).disse: “I problemi vanno guardati per quello che sono. La Cina esiste, e anziché cercare di arginarla bisogna interrogarsi sulle possibilità di trasformarla in un’opportunità, visto che è un grande mercato”.

Giancarlo Di Risio  aveva iniziato la sua carriera di manager nel gruppo Same Lamborghini, in cui entrò nel 1980 come area manager. Poi aveva lavorato come consulente alla Executive Marketing Group, dal 1984 al 1986. Dal 1994  Di Risio lavorò fianco a fianco con i fratelli dello stilista Donatella e Santo Versace fino al 2009, quando lasciò l’azienda, che era riuscito a riportare in utile e alla crescita di fatturato (il 2008 si era chiuso a 336 milioni di euro, +8,2% sul 2007). Gli subentrò Gian Giacomo Ferraris, che proveniva da Jil Sander e poi lasciò a sua volta per diventare ad di Roberto Cavalli. Oggi la maison Versace è controllata da Capri Group, società finanziaria americana che ha in portafoglio anche Jimmy Choo e Michael Kors.

Alla famiglia Di Risio le più sentite e sincere condoglianze da tutti noi del CORRIERE DEL GIORNO. Ciao Giancarlo, buon viaggio. Un giorno torneremo a ridere insieme.

image_pdfimage_print
Please follow and like us:
error

Ti piace il Corriere del Giorno ? Fallo sapere !