Di tutto di più…

Il vice premier Matteo Salvini sbrocca contro l’”alleato” guatemalteco Alessandro Di Battista, che chiede a Salvini di restituire agli italiani tutto il “maltolto leghista” da 49 milioni di euro

Ma Di Battista è in Guatemala… c’è un fuso orario diverso, arrivano notizie diverse. Poi mi domando, se fossi in Guatemala con la mia famiglia, cazzo!, ma mi occupo dei soldi della Lega? Sto in Guatemala tranquillo, me la godo…” (fonte: Porta a Porta, Rai 1)

L’onorevole Daniela Santanchè Fdi intervistata ad “Agorà”

“È una balla! I clandestini non ci aiutano a pagare le pensioni, perché non vengono a lavorare, sono persone che non esistono, non hanno identità e documenti. I clandestini sono quelli che ci riempiono i pronti soccorsi, con gli italiani che non ci possono più andare!”fonte: Rai 3 )

Mario Pittoni senatore leghista a capo della Commissione Istruzione del Senato della Repubblica . Segni particolari: licenza media 

“Solo tanta cattiveria, io sono un grande appassionato e studio di continuo, il mio punto di forza è essere bravo in italiano. Sono un figlio del ’68, della contestazione globale” (fonte: Corriere della Sera)

Simone Pillon, senatore leghista corrente “Family Day”, cattolicissimo, anzi “papista”, noto in egual misura per i suoi papillon e le sue posizioni a destra di Torquemada, 

Facciamo un gioco: Pillon dittatore d’Italia. Che fine fa l’aborto? “Noi sosteniamo la vita e dunque dobbiamo convincere ogni donna a tenere il suo bambino“. E se vuole abortire? “Le offriamo somme ingentissime per non farlo“. 
E se vuole ancora?
 “GLIELO IMPEDIAMO“. Matrimonio gay? “Quale matrimonio gay? NON ESISTE, perché la famiglia è quella naturale. Se intende le unioni civili, le ABOLIREI”. Divorzio? “Vorrei introdurre in Italia il “convenant marriage” americano: una forma di matrimonio INDISSOLUBILE” (fonte: intervista da La Stampa)

Il ministro dell’InternoMatteo Salvini, indagato per sequestro di persona aggravato nell’ambito della vicenda Diciotti, legge lʼavviso appena ricevuto dai carabinieri in diretta Facebook. Tipo C’è posta per te.

Mi è arrivata al Ministero una busta chiusa dal Tribunale di Palermo. Chissà per cosa sarò indagato oggi. Che dite, la apriamo insieme? 😁 Segui il LIVE su Facebook alle 18”. “Indagato o assolto? Scopriamolo insieme! LINK 👉🏻” (fonte: Facebook)

Valentina Pavan. assessore all’Istruzione del comune di San Stino di Livenza, retto dal centrosinistra, risponde così al post di Salvini “scopriamolo insieme”, per poi cancellare il commento

Sei fortunato che la SEDIA ELETTRICA è stata abolita, signor ministro”

Clamorosa gaffe di Luigi Di Maio con Michele Emiliano. O malinteso? Emiliano ci prova ancora. Quanto gli piace il M5S….!

Michele, con Matera che fate?“, chiede il ministro Luigi Di Maio al presidente della Regione Puglia Michele Emiliano durante la visita alla Fiera del Levante di Bari. E il governatore, sottovoce, portando la mano davanti alla bocca: “Luigi, ma Matera è in Basilicata…“. Dopo l’esplosione di critiche e sfottò, ecco la precisazione di Emiliano: “Voglio chiarire che il ministro Di Maio sa bene che Matera è in Basilicata, ci mancherebbe, anzi, mi ha fatto la domanda perché conosce talmente bene che Matera è in Basilicata che mi ha chiesto: ‘Che state facendo per sostenere lo sforzo di Matera capitale europea della cultura?‘”.

Eros Ramazzotti intervistato  in occasione dell’uscita del suo quindicesimo album

La tessera del Pci la presi anche io, ma solo per sei mesi. Alle ultime elezioni ho votato 5 Stelle e lo rifarei. Ci vuole tempo per cambiare e migliorare l’Italia: parliamo di decenni, non di un anno o due”. “Non avrei firmato un appello contro Salvini. A volte è duro e pesante, ma almeno smaschera l’ipocrisia generale“. Il profilo Twitter ufficiale del Movimento 5 Stelle rilancia l’intervista e apprezza: “Grazie agli artisti che non hanno paura di metterci la faccia 👏”

Il senatoreMatteo Renzi (Pd) è intervenuto alla Festa dell’Unità di Firenze

La politica non è la schifezza mostrata da questi profeti della bugia, da questi cialtroni! Non mollate mai, anche perché io la mia parte intendo farla. D’ora in poi mi vedrete il DOPPIO: andrò nelle scuole, andrò in televisione! Pensano di liberarsi di me, hanno sbagliato persona! Andiamo a salvare tutti insieme questo Paese!”

Il sindaco Pd di Firenze Dario Nardella  lancia la sfida per il secondo mandato, e intervistato da Antonello Caporale dichiara:

Lei odora di Giglio magico, è un bel problema. “Io non ne ho mai fatto parte!“. Pinocchio! “I conti con Matteo li ho tutti regolati”. Che fa, disconosce? “Potrei io disconoscere un’amicizia antica?…” (fonte: il Fatto Quotidiano )

Il segretario Pd Maurizio Martina fa il giro delle cucine, alla Festa dell’Unità di Reggio Emilia.

Ho fatto il cameriere, per 6 anni. Posso fare la pizza, se vuole. Nato e cresciuto nella bassa bergamasca, in una cascina, il percorso è in una sezione ds. Diploma al tecnico agrario, ministro dell’agricoltura, laureato in scienze politiche. Per alcune settimane ho fatto l’operaio in fabbrica e il sindacalista, lavorato il cartongesso. Con mio padre sono stato operaio nel tessile. Esperienze brevi ma intense. Leggevo Berlinguer, sono finito in America per il primo Obama, seguo il pensiero democratico”  (fonte: Il Giornale)

Leggiamo dal sito del Fatto Quotidiano

Pd, il partito convoca manifestazione a Roma il 29 settembre contro il governo. Ma dimentica il derby e cambia data“. Titolo dell’evento: “Per l’Italia che non ha paura” (fonte: IlFattoQuotidiano.it)

Massimo D’Alema  presidente della fondazione di cultura politica ItalianiEuropei ospite alla festa de “La Sinistra” organizzata a Reggio Calabria

Se il Pd passasse dall’essere il partito di Matteo Renzi all’essere il partito di Nicola Zingaretti, io non sarei indifferente ad un cambiamento di questo tipo

Giuliano Ferrara il giornalista ex direttore e fondatore del Foglio 

È ufficiale: Nicola Zingaretti è un coglione

(fonte: Twitter )

A margine di un evento alla Fondazione Don Gino Rigoldi di Milano, Matteo Salvini intervistato da Enrico Mentana

Io non volevo aprire il profilo Facebook ai tempi, mi convinsero la mia ex compagna e degli amici. ‘Dai, fallo‘ e io: ‘No‘, poi l’ho fatto. E ho ceduto pure a WhatsApp, tre mesi fa, quando sono arrivato al Viminale”

Lo svarione del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte  sull’8 settembre 1943. Lo ha confuso con il 25 aprile? Vai a capire….

Ma è proprio sicuro il premier Giuseppe Conte che l’8 settembre del 1943, il giorno in cui Badoglio firmò l’armistizio con le forze angloamericane, la resa da cui scaturirono poi la Repubblica di Salò, l’occupazione dei tedeschi, l’avvio di una guerra civile, sia il giorno in cui finì “il periodo più buio della nostra storia” e quello da cui ebbe inizio un periodo di crescita, chiamato poi “miracolo economico”? Scegliere quella data come il simbolo di una rinascita, dicendo addirittura, come ha fatto Conte sabato alla Fiera del Levante di Bari, che il governo del cambiamento deve ricreare quel clima di fiducia nel futuro che c’era allora, non è stata proprio una trovata felice. “Il premier confonde l’8 settembre col 25 aprile” è il coro sarcastico che si leva sui social, dove fioccano gli attacchi di tutta l’opposizione, dalla base ai dirigenti. Un costernato Arturo Parisi cita un altro passaggio surreale del discorso pronunciato dal presidente del Consiglio: “Oggi come 75 anni fa la vocazione commerciale del Paese ci sta aiutando ad uscire da uno dei momenti più difficili della nostra storia“. La ‘vocazione commerciale’?! Fu resa incondizionata!”, twitta Parisi … !   (fonte: La Repubblica)

Sul profilo Twitter della testata giornalistica TgCom24 diretta da Paolo Liguori compare il seguente commento, poi rimosso

Credo che tra qualche anno ricorderemo Giuseppe Conte come lo Yonghong Li della storia repubblicana”

Le ennesime “imprecisioni”, per usare un eufemismo, di Danilo Toninelli ministro delle Infrastrutture, in un post pubblicato sul Blog delle Stelle dal titolo “Ecco il tesoro dei signori delle autostrade

La famiglia Benetton era ed è azionista di punta dei gruppi che controllano quotidiani come La Repubblica, L’Espresso, Il Messaggero. Ecco il motivo per il quale i media attaccano il Governo del Cambiamento e il Movimento 5 Stelle che, dopo 20 anni di opacità, rende pubbliche queste convenzioni”. La holding Edizione della famiglia di Ponzano Veneto non è mai stata socia del gruppo Espresso, ha ceduto lo scorso anno le quote che deteneva in Sole 24 Ore e Caltagirone editore e già nel 2014 ha venduto la partecipazione in Rcs, scrive il Fatto Quotidiano. Ed il direttore di Repubblica, Mario Calabresi, in un tweet ci mette il carico: “Il ministro @DaniloToninelli ha perso lucidità, ormai straparla, ma stasera si è superato affermando il falso sul blog delle stelle: i Benetton non sono mai stati azionisti di @repubblica, mi auguro che rinsavisca e cancelli in fretta queste frasi diffamanti

Alessandra Mussolini su Twitter

Il commissario europeo Pierre Moscovici ha espresso preoccupazione per la crescita dei consensi ai movimenti populisti, anche in vista delle elezioni comunitarie del 2019: “C’è un clima che assomiglia molto agli anni ’30. Certo, non dobbiamo esagerare, chiaramente non c’è Hitler, forse dei piccoli Mussolini...”. L’eurodeputata Alessandra Mussolini non l’ha presa bene, e ha twittato: “Suggerisco a @pierremoscovici di RENDERE OMAGGIO alla famiglia Mussolini che ha in me e nei miei figli persone con questo cognome. Il presidente @JunckerEU insegni l’educazione ai suoi commissari

Il ministro dell’Interno Matteo Salvini posta sui social gli auguri alla compagna Elisa Isoardi per il debutto alla conduzione del programma “Prova del Cuoco”. Nei giorni successivi presenzierà almeno un paio di volte negli studi Rai del Nomentano per assistere dal vivo alla trasmissione condotta dalla fidanzata 

Oggi alle 11.30 su Rai 1 inizia la tua nuova avventura con la #laprovadelcuoco: in bocca al lupo, Elisa! Faccio il tifo per te e anche per la cucina italiana” (fonte: Il Gazzettino)

Il re del porno Rocco Siffredi intervistato nel programma radiofonico “La Zanzara”,

Hai detto che Matteo Salvini sarebbe perfetto per un film porno, perché? “Ha la faccia un po’ da maialone. Salvini lo vedo bene come un giovane Roberto Malone… è il Malone degli anni nuovi. Salvini ha la faccia del tiratore” ( fonte: Radio 24 )

Il “governo del cambiamento”

Tweet di @nomfup: “La ministra Barbara Lezzi oggi a La Stampa su #Tap: ‘Si tratta di un’opera che non è strategica né per la Puglia né per l’Italia‘. Il sottosegretario Siri sempre oggi sul quotidiano  La Verità: ‘Il #Tap si farà. È un’opera strategica per il Paese’…

Giovanni Castellucci l’Ad di Autostrade per l’Italia sulla tragedia del ponte Morandi di Genova 

“Ci sentiamo responsabili, non colpevoli”  (fonte: La Stampa)

Diego Fusaro Il filosofo “sovranista” 

Vaccinazioni coatte. Ecco il nuovo programma biopolitico voluto dall’aristocrazia finanziaria turbocapitalistica. La quale tratta i popoli precarizzati alla stregua di armenti senza dignità, con patrizio disprezzo e metodi sempre più totalitari” (fonte: Twitter)

Il premier Giuseppe Conte intervistato da Angelo Maria Perrino nell’ambito dell’evento “La Piazza”, in provincia di Brindisi

Accidenti, il gioco della torre è sempre imbarazzante. Tra Trump e Putin? Beh qui è imbarazzante… butto giù Putin perché non l’ho ancora conosciuto. Sarò a Mosca il 24 ottobre, ma con Trump siamo già diventati amici. Tra Macron e la Merkel? Beh, qui non ho dubbi. Solo perché sono un gentiluomo butto giù Macron. Renzi o Gentiloni? Renzi si è già buttato giù da solo. I ministri Tria o Savona? No guardi, li amo entrambi, restano tutti e due su, a costo che me li carico sulle spalle se non c’è spazio, sono fondamentali. Salvini o Di Maio? Nessuno, altrimenti mi cade il governo! Boschi o Carfagna? Come sapete la Boschi l’ho già conosciuta, allora butto giù lei così conosco la Carfagna...”

Durante la rassegna stampa di Tg3 Linea Notte, l’agghiacciante scambio di consonante. Il giornalista Niccolò Bellagamba si scuserà il giorno dopo.

“Corriere della SEGA: M5s-Lega, sale la tensione