La Polizia di Stato celebra oggi il 167° anniversario dalla fondazione

ROMA – La Polizia di Stato ha celebrato questa mattina alla presenza delle più alte cariche dello Stato, il 167° anniversario dalla propria fondazione, che si svolge ogni anno il 10 aprile, data di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale della Legge n. 121 del 1981 che ha delineato l’organizzazione ed i compiti della Polizia di Stato,  nella  splendida cornice della “Terrazza del Pincio” di Roma, dove si è svolto l’evento. Quest’anno ricorre anche il 60° anno dall’istituzione dell’allora Corpo di Polizia Femminile, che ha dato possibilità alle donne di far parte della Polizia di Stato, ricoprendo a pieno titolo e a tutti i livelli un ruolo fondamentale.

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella quest’anno ha concesso, la medaglia d’oro al merito civile alla bandiera della Polizia di Stato, per le attività svolte dalla Polizia di Prevenzione e dalle D.I.G.O.S. che, con eccezionale valore e senso del dovere, hanno profuso ogni energia nella lotta al terrorismo e all’ eversione dell’ordine democratico, per la difesa dei valori e delle Istituzioni della Repubblica.

Durante la cerimonia sono state consegnate le onorificenze e le ricompense ai poliziotti caduti in servizio, a quelli che hanno portato a termine importanti attività operative, nonché agli sportivi olimpici del Gruppo Fiamme Oro che hanno conseguito importanti risultati sportivi nel corso dell’anno. Quest’anno, inoltre, in occasione del centesimo anniversario dell’aquila, emblema della Polizia di Stato che accompagna l’istituzione sin dal 1919, con il suo portato di storia, valori, tradizione, sacrificio e abnegazione, è stata realizzata una medaglia commemorativa, raffigurante l’aquila dorata dalle ali spiegate.

In tribuna era presente una rappresentanza di Funzionari della Polizia di Stato, che ha indossato sugli abiti civili, la sciarpa tricolore quale simbolo della esclusiva missione del Funzionario di Pubblica Sicurezza, chiamato a garantire la salvaguardia delle Istituzioni democratiche e il sereno e ordinato svolgimento della convivenza civile per l’esercizio delle libertà costituzionali e dei diritti dei cittadini. Come di consueto,  alle ore 16.00, si terrà al Quirinale, il suggestivo cambio della guardia con lo squadrone a cavallo in uniforme storico-risorgimentale e la Banda della Polizia di Stato, che eseguirà un concerto con alcuni dei brani più significativi del repertorio istituzionale.

Reati in calo del 4% nel 2018, rapine -7% e furti-6,3%. “Gli indici di delittuosità registrano risultati confortanti. Conformemente all’analogo andamento del 2017, anche per il 2018 abbiamo rilevato un significativo calo dei fenomeni delittuosi, che segna il – 4%, ed i primi mesi di quest’anno confermano tale trend discendente. In particolare sono in decremento i reati che creano maggiore allarme sociale, come le rapine (-7,7 %) ed i furti (-6,3%), specie quelli in abitazione (-3%)”  ha detto il Capo della poliziaFranco Gabrielli, nel suo discorso ,

Il Ministro dell’ Interno Matteo Salvini nel suo discorso in occasione del 167esimo anniversario della fondazione della Polizia  ha ribadito che occorre “Rivedere le scorte, PS non fa da autista”. Va rivisto il sistema delle scorte  con “valutazioni oggettive  perche bisogna difendere chi va difeso, ma chi si occupa di sicurezza  non deve fare l’autista o l’accompagnatore personale”. aggiungendo che “per la sicurezza non dobbiamo guardare a modelli altrui ma sono altri che debbono rifarsi a modello italiano“.

“Sono onorato perché nostri uomini e le nostre donne sono di esempio, sono un modello per gli altri Paesi –  ha aggiunto il ministro Salvini –   In tema di sicurezza sono altri che debbono rifarsi al modello italiano. Vi sono grato di quello che fate per gli italiani  lo dimostriamo coi fatti. Abbiamo ereditato una situazione difficile  per il numero di agenti che andrà in pensione nei prossimi anni. Stiamo investendo in un piano di assunzione straordinario fino al 2022, non per un approccio sicuritario, ma perché sono coloro che vigiliamo sula nostra sicurezza e tranquillità“.