Roberta Vinci derubata a Taranto : “Hanno preso miei trofei, non miei ricordi”

Roberta Vinci derubata a Taranto : “Hanno preso miei trofei, non miei ricordi”

I ladri sono entrati in casa dell’azzurra. Fra le refurtiva portata via indisturbati, tutte le coppe e le medaglie vinte in carriera: “Quei premi mi ricordano ogni giorno perché ancora mi alleno. Rubarli è stato un gesto di viltà e stupidità. Ma le emozioni e i sacrifici fatti per ottenerli non potrà portarmeli via nessuno”

ROMA – Un ennesima vergogna per la città di Taranto, che ha colpito la tennista tarantina Roberta Vinci che  in questi giorni si trova in Canada,  che è stata derubata nella sua abitazione nel capoluogo jonico.

Un  episodio a dir poco sgradevole e vergognoso in quanto  i ladri hanno portato via  tra la refurtiva anche tutti i trofei vinti da Roberta nella sua eccezionale carriera tennistica .

È stata la stessa tennista azzurra a rendere noto pubblicamente l’accaduto su Instagram, scrivendo  “Non sono solita condividere troppi dettagli della mia vita personale, perché preferisco parlare di sport, ma mi concederete uno strappo alla regola in questa occasione. Qualche giorno fa nella mia casa di Taranto ho ricevuto la spiacevole visita di un gruppo di ladri che mi ha rubato oggetti di valore economico più o meno grande. Tra le cose che mi sono state sottratte, però, ce n’erano alcune il cui valore economico per me non è nemmeno paragonabile a quello affettivo: i trofei che ho vinto nel corso della mia carriera”.

Giustificabile la rabbia esternata dalla tennista tarantina. “Dal giorno in cui ho preso in mano la racchetta per la prima volta fino ad oggi ho lavorato, fatto fatica, sudato per il tennis e per realizzare i miei obiettivi in questo sport . Quei trofei, nonostante siano un semplice simbolo, mi ricordano ogni giorno, perché ancora mi alleno, scendo in campo e provo a migliorarmi in ogni occasione”

“Rubare questi trofei è stato un gesto di viltà e stupidità   – ha concluso la Vinci  ma mi piacerebbe far sapere a chi ora ne è in possesso che i ricordi, le lacrime, il sudore, la fatica, i sorrisi, l’impegno e i sacrifici per raggiungere questi obiettivi non potrà portarli via nessuno, né a me né alle personeche con me hanno camminato lungo questo pezzo di strada”.

Roberta Vinci nella sua carriera ha trionfato in 10 tornei WTA ed è stata finalista in una prova dello Slam in singolare, è la prima e finora unica tennista italiana ad aver vinto almeno un torneo su tutte le superfici di gioco: cemento, terra, erba e sintetico. È stata numero sette del mondo nella classifica di singolare nel maggio 2016 e numero uno al mondo in quella di doppio, specialità nella quale con Sara Errani si è aggiudicata in tutto 25 tornei comprese tutte le prove dello Slam.

E meno male che alcuni mesi fa il Questore di Taranto  in conferenza stampa sosteneva che a Taranto era la città più sicura di Puglia. Certo. Per i ladri. Che ringraziano….

C’è solo da augurarsi che qualcuno si metta la mano sul cuore e si renda conto di quanto male possa fare ad una vera sportiva, ad un simbolo, orgoglio (uno dei pochi) della città di Taranto, e faccia riavere a Roberta Vinci quanto le hanno portato via. Una città cresce anche in questa maniera.

image_pdfimage_print
Please follow and like us:

Ti piace il Corriere del Giorno ? Fallo sapere !