Poste Italiane, Friolo: “Poca trasparenza su gestione personale, Regione intervenga”

Poste Italiane, Friolo: “Poca trasparenza su gestione personale, Regione intervenga”

La gestione del personale delle Poste Italiane sta creando disagi sia ai cittadini, che lamentano gravi disservizi nel recapito postale, sia ai dipendenti, che denunciano poca trasparenza e comportamenti anti sindacali da parte della società partecipata. Per questo, invito la Regione ad occuparsi della questione, contattando i vertici nazionali delle Poste al fine di avere lumi e ripristinare un clima di opportuna serenità tra i lavoratori pugliesi“. Lo dichiara il consigliere regionale di Forza Italia, Maurizio Friolo. “In particolare -aggiunge- le criticità maggiori si incontrano nelle province di Taranto e Brindisi. Qui, a quanto apprendiamo, è in atto un braccio di ferro continuo tra organizzazioni sindacali e società: quest’ultima tenta periodicamente di trasferire i dipendenti in altre Province e fino ad oggi non ci è riuscita proprio per le mobilitazioni sindacali avvenute. Oltre al tentativo di trasferimento coatto dei lavoratori, pare che la società non stia rispettando gli standard di trasparenza sui criteri di assegnazione dei premi annuali dei dipendenti, assegni ad personam ed elargizioni una tantum. La questione, tra l’altro, è finita anche nel mirino di alcuni parlamentari che hanno presentato interrogazioni al governo nazionale. Nel nostro territorio regionale, c’è grande preoccupazione da parte dei dipendenti sul loro futuro e la qualità del servizio ne sta risentendo. Non resta, quindi, che valutare l’opportunità di aprire un dialogo con i vertici nazionali delle Poste -conclude- ed auspico che la Regione prenda in mano la situazione, dal momento che sembrano assolutamente azzerate anche le consuete relazioni industriali “.

image_pdfimage_print
Please follow and like us:

Ti piace il Corriere del Giorno ? Fallo sapere !