Sit-in di protesta e sciopero del personale della Cittadella della Carità, da 2 mesi senza stipendio

Sit-in di protesta e sciopero del personale della Cittadella della Carità, da 2 mesi senza stipendio

Mele, presidente CdA Fondazione Cittadella

Con una comunicazione inviata al capo Dipartimento Salute e Sanità  della Regione Puglia, al Prefetto di Taranto, al Direttore Generale ASL Taranto ed all’Assessore alla salute “pro tempore”, cioè il Presidente della Regione Puglia, e chiaramente  agli organi sanitari,  nonchè alla Curia Arcivescovile in veste di socio unico della Fondazione Cittadella della Carità , al Presidente e Direttore Generale della struttura sanitaria Cittadella della Carità, i rappresentanti sindacali di Fp CGIL (Bellanova) , CISL Fp (Ciaccia), UIL Fpl (Brunetti)  ed UGL Sanità (Blasi) ,  hanno indetto lo stato di agitazione dei laboratori della fondazione Cittadella della Carità di Taranto,  comunicando una manifestazione di protesta dei lavoratori della Cittadella della Carità prevista per domani venerdì 12 maggio  a partire dalle ore 11,00 .

Dopo essere arrivati al secondo mese senza stipendio,  ed in assenza di un piano industriale ufficiale e chiaro, ma sopratutto credibile,  le organizzazioni sindacali nel rappresentare lo stato d’animo inevitabilmente negativo dei lavoratori,  hanno indetto per un Sit in di protesta, in assemblea sindacale retribuita per il personale, nei pressi dell’ingresso della Cittadella della Carità, sita nel Rione Paolo Sesto di Taranto. In assenza di riscontro e di certezze si preannuncia la proclamazione dello sciopero di tutti i dipendenti.

 

Una delegazione della rappresentanza sindacale si recherà all’interno della struttura per chiedere ed ottenere un incontro non più rinviabile vista la concomitanza della riunione del Consiglio di Amministrazione della Fondazione Cittadella della Carità. Tutti i lavoratori comunicheranno per iscritto la loro adesione all’assemblea e la Direzione stabilirà le comandate per la tutela dei servizi minimi essenziali convocato le rappresentanze Sindacali Aziendali stabilendo il contingente del personale che non potrà eccedere quello previsto in occasione delle giornate domenicali o festive.
image_pdfimage_print
Please follow and like us:

Ti piace il Corriere del Giorno ? Fallo sapere !