Inquinamento a Taranto ? Per Arpa ed ASL Taranto nessun allarme

Inquinamento a Taranto ? Per Arpa ed ASL Taranto nessun allarme

CdG comune di tarantoQuesta mattina si è svolto a Taranto a Palazzo di Città un  incontro tecnico che ha visto riuniti allo stesso tavolo, vari esperti come il dr. Giorgio Assennato (direttore Arpa Puglia), Nicola Cardellicchio (Cnr), Michele Conversano (Direttore del Dipartimento di Prevenzione – ASL Taranto), Sante Minerba (Registro Tumori  – ASL Taranto),   ed il sindaco di Statte Angelo Miccoli,  per un confronto scientifico-sanitario sulla questione ambientale. La riunione fissata alle ore 10 è stata comunicata  alle redazioni giornalistiche soltanto alle 9.38, non  per una voluta scortesia istituzionale, ma bensì per evitare l’ eventuale “puntuale” partecipazione non prevista e tantomeno utile dei soliti “ambientalisti last minute” che pretendono di confrontarsi con chi la medicina l’ha studiata e la mette in pratica scientificamente ogni giorno.

Il sindaco Ezio Stefàno  grazie alla presenza di un parterre così qualificato ha trasformato quindi questo incontro, in una conferenza stampa a cui si sono aggregati  i consiglieri comunali della commissione “Ambiente”, farmacisti e medici. Il dr. Michele Conversano ha confermato l’ impostazione per la tutela della salute pubblica dall’ ASL Taranto e del Dipartimento di Prevenzione da lui egregiamente diretto . La relazione pubblicata  sul sito della ASL Taranto nei giorni scorsi “aveva solo l’intento di fornire alla cittadinanza delle prescrizioni e dei suggerimenti da seguire in caso di criticità ambientali dovute all’eventuale innalzamento dei livelli di PM10“. Quindi non era un decalogo  di comportamenti da adottare sempre, come la stragrande maggioranza degli organi di stampa (a cui il CORRIERE DEL GIORNO non si è accodato)  ha lasciato  erroneamente intendere, con un giornalismo becero e squalificato, sconfinante in un volgare terrorismo psicologico.

Ieri sera avevamo “involontariamente” anticipato giornalisticamente il contenuto, ignorandone l’organizzazione della conferenza stampa odierna, grazie ad un opinione di Alessandro Altavilla. E gli orari sui social network, non possiamo modificarli…Guardate con i vostri occhi:

Schermata 2015-12-10 alle 16.02.51

Schermata 2015-12-06 alle 09.52.17“Questa mattina  –  ha detto il dr.  Conversano al CORRIERE DEL GIORNO  – ho voluto mostrare delle slide che comprovavano che  i valori di Pm 10 a Taranto sono rimasti al di sotto del limite di 50 μg/m3 ,  per spiegare ma in particolar modo comprovare che negli ultimi quindici giorni, ci sono state altre città come Roma, Torino,Venezia che hanno fatto registrare un livello di inquinamento ambientale ben superiore a quello presente a Taranto. Non mi sono quindi basato su grandi studi scientifici – ha aggiunto Conversano –  Mi sono semplicemente limitato a confrontare i dati Arpa delle varie regioni italiane  ed abbiamo  voluto semplicemente fornire ai residenti del quartiere “Tamburi”, che sono  quei cittadini maggiormente esposti alle fonti inquinanti, alcuni consigli da adottare nel corso dei “Wind Days“. Si tratta di una parte della popolazione di Taranto che ha maggiormente patito in passato gli effetti conseguenti agli alti livelli di inquinamento, e quindi sottoposta ad una maggiore vulnerabilità. E’ stata quindi una giusta scelta ed  esigenza quella di adottare il principio di massima precauzione”

Schermata 2015-12-10 alle 15.04.11

Schermata 2015-12-10 alle 15.42.40Il dr. Conversano ha avuto modo di manifestare alla giornalista Carolina Casa del TG1  , autrice di un servizio giornalistico molto vicino al terrorismo ambientale-mediatico, il proprio dissenso per il “messaggio” di eccessivo ed ingiustificato allarmismo che è stato fatto passare a seguito del suo servizio  trasmesso dal telegiornale  nell’ edizione serale dell 20.  Il  dr. Giorgio Assennato, direttore di Arpa Puglia, ha contestato anch’egli quel servizio giornalistico, precisando che a Taranto non si vive assolutamente una fase di emergenza, come invece molti amnbientalisti e giornalisti “compagni di merende” cercano di lasciare intendere con le loro dichiarazioni ed articoli privi di veridicità. “Oggi  – ha detto il dr. Assennato – abbiamo voluto precisare e mettere in chiaro  il carattere esclusivamente precauzionale delle nostre attività: non esiste alcun allarme sanitario . La situazione viene  sottoposta ad un  continuo monitoraggio e controllo da parte nostra e come i dati scientifici confermano, è nettamente migliorata. Fornire dei consigli per una completa cautela e prevenzione, non equivale a dire che vi sia in atto una situazione catastrofica”.

Queste le slides mostrate dal dr. Conversano:

Schermata 2015-12-10 alle 20.32.26

Schermata 2015-12-10 alle 20.32.33

Schermata 2015-12-10 alle 20.32.41

CdG Assennato ARPA Puglia

nella foto, il dr. Giorgio Assennato direttore ARPA Puglia

Rispondendo ai  consiglieri comunali della Commissione Ambiente del Comune di Taranto che lamentavano un’insufficente informazione sui contenuti della relazione dell’ Asl, il dr. Assennato ha risposto e chiarito: “Se la città di Taranto è muta, se non possiede degli anticorpi democratici contro il  dilagante catastrofismo voluto da qualcuno e cavalcato da alcuni organi d’informazione, che non approfondiscono e verificano quello che scrivono,  non si possono accettare accuse gli organi tecnici. Dove sono  – ha continuato Assennato quei singoli amministratori, quei singoli professionisti che hanno il diritto e il dovere di contrastare l’allarmismo valorizzando le informazioni di ASL e ARPA ?”. Quesito assolutamente legittimo, che condividiamo anche noi, e che chiaramente è  rimasto senza risposta dai consiglieri comunali tarantini, che purtroppo non eccellono per competenze tecniche e professionali.

Un vero problema è quello  che gli organi d’informazione  hanno il dovere di  trattare con più attenzione e responsabilità professionale degli argomenti così importanti, mentre invece lo fanno con totale approssimazione e per “sentito dire” da comunicati stampa, dichiarazioni e conferenze stampa tenute da gente squalificata, priva di alcuna competenza scientifica e tecnica. Gente che va notoriamente a braccetto con giornalisti, che purtroppo non sanno neanche cosa sia il vero significato ed importanza di esercitare un giornalismo serio e professionale. Non è un caso che il nostro CORRIERE DEL GIORNO non ha mai dato ( e mai darà !) alcuno spazio a certa gente.  la dimostrazione della nostra ricerca approfondita e documentata, è stata da noi pubblicata proprio oggi, ancor prima che si svolgesse la conferenza in Comune. E potete leggerla QUI.

Questa mattina, abbiamo  persino anticipato il contenuto della conferenza stampa, senza avere ancora visto le slide del dr. Conversano. Quando si sanno trovare le notizie e si vuole pubblicare delle informazioni serie, attendibili e verificate, si trovano. Ma bisogna saper fare innanzitutto  i giornalisti.

image_pdfimage_print
Please follow and like us:
error

Ti piace il Corriere del Giorno ? Fallo sapere !