Ilva. Il sindaco di Taranto: “Serve informazione autorevole nazionale e super partes”

 “I cittadini di Taranto non sono informati” sulla situazione sanitaria e ambientale della città e questo “genera uno stato d’ansia insopportabile, lo dico da medico“. Con queste parole il sindaco di Taranto Ippazio Stefàno durante l’audizione davanti alle commissioni ambiente e attività produttive della Camera dei Deputati riunite per esaminare il decimo decreto sull’ Ilva in conversione di legge, sferra di fatto un forte attacco ai giornalisti tarantini compresi i corrispondenti e collaboratori delle testate nazionali.

Di recente il registro tumori ha diffuso dei dati in alcuni casi inquietanti – ha proseguito il Sindaco Stefàno -. Chiedo che ci siano delle autorità nazionali che dicano effettivamente le cose come stanno. Chiedo che ci sia una verità scientifica. Le Famiglie vivono con terrore del tumore. Vogliamo sapere quali sono i veri livelli di emissione che tutelano la salute. Noi rispettiamo quelli imposti dalla legge italiana, ma gli standard europei e quelli dell’organismo mondiale della sanità sono più stringenti“.