Il presidente della Camera Fico sul bus, ma nel 2017 lo aveva preso solo 15 volte

Il presidente della Camera Fico sul bus, ma nel 2017 lo aveva preso solo 15 volte

ROMARoberto Fico, neo presidente della Camera dei Deputati , ieri mattina è arrivato a Montecitorio a bordo dell’autobus 85 dell’Atac partito dalla stazione Termini, chiaramente con fotografo al seguito…. La notizia – per molti – è stata questa: vedere la terza carica dello Stato sul bus e non a bordo delle auto blu. Ma a controllare i dati ospitati nel sito www.tirendiconto.it attraverso il quale il Movimento 5 Stelle dichiara di rendere trasparenti (ma non sempre ci riesce…) tutte le spese dei suoi eletti si verifica qualcosa di divertente, che diventa notizia. Roberto Fico lo scorso anno, cioè nel 2017,  di autobus ne aveva presi in tutto 15, un pò pochini in 365 giorni , per un totale di 22,50 euro rendicontati come “spese di trasporto bus/metro“. Ben più alta era stata la cifra spesa dal nuovo presidente della Camera per i taxi: 2.486,24 euro in dodici mesi. In media, quindi, Fico ha chiesto 207,2 euro di rimborso mensile per i taxi utilizzati.

La “trasparenza” del Movimento 5 Stelle promette, attraverso il loro stesso sito, di conoscere per ognuno dei parlamentari la cifra restituita, con tanto di ricevuta del bonifico effettuato, ma come scoperto da Le Iene, non sempre veritieri… ma anche la cifra spesa. E così si scopre che Roberto Fico a Roma paga un affitto di 1.400 euro al mese e che per le utenze, le pulizie e la manutenzione relative a quella casa spende circa 450 euro al mese per un totale di 1.850 euro, a spese del contribuente.

Ma non solo ! Si scopre, anche, che ad agosto 2017 Roberto Fico ha preferito mangiare a casa spendendo in generi alimentari 167,06 euro,  e non in bar o ristoranti , dichiarando rimborsi per cene e pranzi di lavoro (ad agosto ?) : 100 euro, e per rimborsi per pranzo, cena o bar: 207,18 euro !  A febbraio , invece, la spesa di alimentari era stata molto più bassa (77,96 euro), mentre erano aumentate le sue cene al ristorante (35 euro per pranzi e cene di lavoro e 396,54 euro per pranzi, cene e bar). Quindi legittimo dedurre che gli italiani hanno pagato le vacanze a Roberto Fico e compagna.

Il nuovo presidente della Camera dei Deputati Roberto Fico

I rendiconti pubblicati dei “grillini” sono così precisi al punto che si riesce ad apprendere che da settembre 2017 Roberto Fico non utilizza più (o non ne chiede il rimborso) alcuna chiavetta Wi-Fi o abbonamento a internet, spesa che nei mesi precedenti oscillava tra i 9,99 euro e i 19,99 euro. Con un po’ di pazienza, aprendo i file relativi ai singoli mesi del 2017, è possibile anche scoprire quando il presidente della Camera ha cambiato l’ultima volta il cellulare in quanto tra le voci del rendiconto è inserita anche: “Acquisto Cellulari/Smartphones“.

Dopo le spese “romane” ci sono poi quelle relative all’attività nel collegio elettorale, a cui è dedicata una voce specifica nel rendiconto. Queste includono le spese logistiche per partecipazione a eventi che includono vitto, alloggio, trasporti e altre spese. Anche in questo caso avendo un po’ di tempo libero si potrebbe spulciare tra le attività di Fico (e degli altri deputati del M5S) per verificare gli importi chiesti (e dedotti) a rimborso.  Nei rendiconti sono presenti anche le spese per i collaboratori, la gestione dell’ufficio e le consulenze: saltano fuori spese di consulenza legale bimestrali (fanno eccezione maggio, luglio, agosto, settembre, novembre e dicembre) per importi che vanno dal 125 ai 3172 euro. Roberto Fico ha anche avuto bisogno di assistenza informatica un paio di volte all’anno (182,50 euro e 512,40 euro) e del commercialista al quale si è rivolto quattro volte in un anno. Un pò strano, considerando che la dichiarazione dei redditi si fa una sola volta ogni anno !

L’aggiornamento del portale della presunta trasparenza grillina è fermo a dicembre 2017: chissà se adesso verrà ripristinato. E chissà se magari il presidente Fico farà inserire l’abbonamento dell’Atac, o se quella di ieri mattina era solo una trovata di pubblicità politica alla “grillina” ad uso mediatico. Non contento Fico si è fatto immortalare anche in treno con la sua compagna, dimenticando però di essere arrivato un pò in ritardo.

Infatti sia Romano Prodi che Mario Monti quando erano stati rispettivamente presidente del Consiglio dei Ministri utilizzavano regolarmente entrambi il treno per gli spostamenti da Roma verso le rispettive città di residenza (Bologna e Milano n.d.r.)

Mario Monti , in treno

CdG dichiarazione redditi Roberto Fico

Le dichiarazioni dei redditi di Roberto Fico dal 2013 (primo mandato parlamentare) ad oggi

image_pdfimage_print
Please follow and like us:

Ti piace il Corriere del Giorno ? Fallo sapere !