Il Gip del Tribunale di Milano commissaria il Foggia Calcio

Il Gip del Tribunale di Milano commissaria il Foggia Calcio

Fedele Sannella  

ROMA –   Il gip di Milano Giulio Fanales accogliendo la richiesta del pm Paolo Storari della procura milanese ha deciso di commissariare il Foggia Calcio al centro di un’inchiesta della Direzione Distrettuale Antimafia per riciclaggio che ha portato all’arresto, tra gli altri, del proprietario e presidente  della società calcistica foggiana Fedele Sannella, la cui posizione è stata trasferita per competenza alla procura della cittadina pugliese.

Il giudice ha quindi nominato un commercialista di Bari Nicola Giannetti ad amministratore giudiziario del club per un anno la cui attività non pregiudica il normale proseguimento del campionato di Serie B.  La società del Foggia Calcio attualmente al 12° posto in classifica nel campionato di serie B,  è la prima squadra nella storia del calcio italiano ad essere commissariata risulta indagata in qualità di ente ai sensi della legge 231/2001 sulla responsabilità amministrativa , in relazione alla parte dell’indagine rimasta a Milano.

Secondo le attività investigativa e di indagine degli organi inquirenti, Sannella, rappresentante legale della società Esseci srl controllante il club calcistico, avrebbe ricevuto e riciclato personalmente quasi circa 380mila euro in contanti, utilizzandoli nel Foggia Calcio Srl per corrispondere di somme in nero a atleti, procuratori ed allenatori . Si parla di 15mila euro anche a Roberto De Zerbi, attuale allenatore del Benevento,  e  mediante pagamenti necessari alla gestione della società calcistica, per esempio ad alcuni fornitori, cercando di impedire l’identificazione della provenienza illecita del denaro.

Ruggiero Massimo Curci

A tutto questo si aggiungerebbe il riciclaggio di  1 milione e 700mila euro  frutto di evasioni fiscali, appropriazioni indebite e bancarotte commesse in precedenza nel mondo delle cooperative, dal commercialista Massimo Ruggiero Curci ,  ex vicepresidente onorario della squadra pugliese che si trova dallo scorso dicembre 2017 agli arresti  domiciliari.  Il gip Fanales fa riferimento  nel suo provvedimento, anche agli attuali presidente e amministratore delegato della squadra, cioè Luicio Fares e Roberto Dellisanti che al momento non risultano indagati, che secondo il giudice sarebbero stati perfettamente a conoscenza delle loro condotte penalmente rilevanti ma non avrebbero preso le distanze da coloro che sono accusati di aver commesso illeciti .

image_pdfimage_print
Please follow and like us:
error

Ti piace il Corriere del Giorno ? Fallo sapere !