Il gioco della settimana: Brutal Legend

Il gioco della settimana: Brutal Legend

di Paolo Campanelli

 Brὓtal legend è un gioco per Playstation3, Xbox360 e PC ideato da Tim Schafer e sviluppato dalla Double Fine Production, uscito nel 2009 per consolle e, recentemente, per Pc sui 3 principali sistemi operativi.

 Il gioco utilizza una  classica impostazione free-roaming, che permette ai personaggi di esplorare il mondo di gioco fino al momento in cui effettuare le missioni necessarie al procedere della storia o delle missioni secondarie utili per sbloccare crediti necessari per il potenziamento del personaggio e del suo mezzo ( un hot road uscito direttamente dagli anni ’70 chiamato Falciadruidi) fra cui mitragliatrici, migliorie alle prestazioni, turbo e corazza.

 La grafica del gioco è molto colorata, con ambienti molto differenti fra cui montagne innevate, colline e spiagge invase da parti di motori cresciuti spontaneamente, profonde foreste e un enorme cimitero con mausolei e tombe sparsi; i riferimenti a cover, brani e  alle illustrazioni di album sono ovunque, dalle semplici formazioni rocciose a forma di spade e croci chiodate, agli scorci sule scogliere nordiche, con nebbia, scheletri, amplificatori e graffiti in abbondanza.

 Il reparto sonoro è il fiore all’occhiello del gioco, unendo a illustrissimi brani metal e rock dell’ultimo trentennio, parti strumentali creati appositamente per il gioco; fra gli autori più illustri citiamo Black Sabbath, Ozzie Osbourne, Judas Priest, Mötley Crue, Motörhead, Whitesnake e naturalmente Marilyn Manson.

Il Gioco. Durante un catastrofico tour al seguito della band, i Cabbage Boy, il roadie Eddie Riggs (la cui voce, fattezze e movimenti sono del famoso cantante/attore Jack Black) si ritrova catapultato in un mondo uscito dalla cover di un disco metal, in cui malvagi demoni tengono in schiavitù l’umanità. Utilizzando la fidata ascia, la chitarra “Clementine” e il potere del metal che risiede nella natura stessa, Eddie dovrà formare un esercito e portarlo, a colpi di hard rock, riff di bassi e citazioni di alto livello musicale alla vittoria per la libertà di tutti gli esseri umani .

 Il personaggio controllato Eddie Riggs è armato di una ascia, potenziabile con alcuni bonus fra cui danni maggiori e l’appiccare fuoco ai nemici colpiti, e di una chitarra elettrica, usata per evocare le forze musicali che regolano il mondo del gioco in una grande varietà di funzioni, fra cui colpire i nemici con fulmini, evocare dal nulla il mezzo di trasporto del personaggio, aumentare la potenza degli alleati nel raggio d’azione e molti altri effetti benefici o negativi a seconda del bersaglio;

Nel corso della storia, molti altri personaggi andranno ad aggiungersi al gruppo degli Ironheade (Testaferra in italiano, con la lettera finale perché fa più scena), con alcune  comparse speciali fra cui Lenny Kilmister, bassista del famoso gruppo dei Motorhead, Rob Halford dei Judas Priest, Ozzie Osbourne, legenda vivente del rock e un gruppo di amazzoni il cui aspetto citazionistico è quello dei Kiss.

 La modalità multiplayer mette gli schieramenti  l’uno contro l’altro (con la possibilità di incontrare il tuo stesso gruppo come avversario), l’obiettivo della modalità è demolire il palco avversario prima che loro possano distruggere il proprio; per riuscire nell’impresa, il giocare ha a disposizione la pletora di personaggi incontrati(e contro cui si è combattuto) nella modalità storia e i vari assoli della chitarra, con alcuni specializzati nel caso dei due antagonisti; utilizzando il potere concesso dai fan, fuoriuscenti da geyser e controllabili con la costruzione di una bancarella usando l’apposito assolo di chitarra, è possibile evocare unità e potenziare il palco, rendendo possibile creare nuove unità e potenziare le altre; è possibile giocare fino a 8 persone contemporaneamente, suddivise fra i due eserciti. Gli schieramenti sono molto diversi tra loro, tanto nelle caratterizzazioni dello stile musicale, quanto nelle possibili tattiche:

Gli Ironheade utilizzano il potere dell’Heavy Metal per colpire spesso e pesantemente, senza però ignorare le difese, con un aspetto tipico di impalcature in metallo, torsi nudi, bracciali chiodati, grossi motori e tubi di scappamento cromati. Guidati dall’imperatore Doviculus, i malvagi demoni delle Tainted Coil (spirali infette) hanno una rigida gerarchia e sono in grado di evocare unità da qualunque punto del campo di battaglia per effettuare tattiche impreviste; spinti dal Industrial  e Hardcore Metal, le loro costruzioni sono della orripilante e deforme carne e ossa dei demoni stessi, con cuoio e catene usate in abbondanza.

All’apparenza cupa e fragile, i Damned Doom (dannati doom) continuano a combattere anche una volta superata la soglia del non ritorno, la loro mera presenza sufficiente per deprimere e sfiancare gli attacchi sferratogli contro; le loro costruzioni sono in legno di mogano e crisantemi, mostrando il lato più Gothic del Death Metal.

Il gioco offre un mondo enorme, tanti oggetti collezionabili e molte missioni sparse per lo stesso, ma gran parte della partita consisterà inevitabilmente in più o meno lunghe sessioni di guida per giungere fino alla missione prescelta (con la costante possibilità che la radio faccia partire una canzone particolarmente apprezzata nel momento in cui ci si fermi essendo arrivati), che solitamente, all’infuori della storia, richiederà l’eliminazione di un determinato gruppo di nemici o gare automobilistiche contro un demone “amichevole”; questo potrebbe venire a noia durante le partite meno brevi

La modalità multiplayer non è molto frequentata nella sua versione consolle, e il fatto che i DLC, compresi nella versione base per pc, siano da scaricare separatamente e obbligatori per alcune mappe rende difficile trovavi una partita rapida; differente è, per l’appunto, la versione pc, dove e spesso possibile trovare gente. Benché meno produttivo di altri fandom, il gioco ha ottenuto un buon seguito, rendendolo un’ottima scelta  per i fan dei giochi d’avventura e un acquisto obbligato per i cultori dell’ Hard Rock.

Come nota finale, è da notare che, benché il gioco faccia abbondante uso di sangue, decapitazioni e linguaggio scurrile, sono presenti delle censure preimpostate che coprono totalmente il linguaggio e la quasi totalità degli smembramenti, riducendo l’impatto visivo dei momenti più cruenti.

 È da notare che in tutte le versioni, è possibile  giocare da soli affrontando un avversario controllato dal computer. Il gioco è disponibile per Ps3 e Xbox ad un costo compreso tra i 20 e i 30 euro (ai quali vanno aggiunti 5 euro per i contenuti extra per giocatore singolo e 5 per mappe multiplayer), facilmente trovabile anche di seconda mano, e per pc su Steam e GoodOldGames.com, ad un costo di circa 15 euro

image_pdfimage_print
Please follow and like us:
error

Ti piace il Corriere del Giorno ? Fallo sapere !