Finanziamenti per impianti sportivi pubblici con il bando "sport missione comune"

a cura di Vincenzo Parisi – Sercam Avisory

L’Istituto per il Credito Sportivo mette a disposizione degli Enti locali per l’anno 2019 finanziamenti per un importo di € 6.159.266,97 di contributi per abbattere totalmente gli interessi di 40 milioni di euro di mutui a tasso fisso (ai tassi attuali), della durata di 15 anni, da stipulare obbligatoriamente entro il 31/12/2019.

Soggetti beneficiari

Possono richiedere la concessione dei contributi, i Comuni, le Unioni di Comuni,  i Comuni in forma associata, le Città Metropolitane, le Province.

Tipologie delle spese ammissibili

Le spese ammesse a contributo sono le seguenti: Lavori, opere civili ed impiantistiche; Spese tecniche per la realizzazione dell’intervento (spese di progettazione, direzione lavori, collaudi, diagnosi e certificazione energetica, ecc.); Spese strettamente correlate alla realizzazione del progetto sportivo (materiali e relativa mano d’opera, ivi compresi i componenti e le strutture già realizzate in fabbrica);  Spese per l’acquisto di attrezzature sportive, purché di stretta pertinenza dell’impianto sportivo; Spese per l’acquisto delle aree sulle quali dovranno essere realizzati gli impianti sportivi, a condizione che la realizzazione dell’impianto sportivo faccia parte del progetto o del lotto funzionale ammesso a contributo;  Spese per l’acquisto di immobili da destinare ad attività sportive; Spese per il rilascio dei pareri del CONI relativi al progetto o al lotto funzionale presentato;  I.V.A.

Entità e forma dell’agevolazione

Le risorse destinate al sostegno delle attività del bando sono di complessivi € 6.159.266  di contributi in conto interessi a valere sul “Fondo speciale per la concessione di contributi in conto interessi sui finanziamenti all’impiantistica sportiva”.

Le risorse stanziate sono così ripartite:  

uno stanziamento massimo di € 2.053.089 di contributi in conto interessi, per interventi realizzati dai piccoli Comuni (fino a 5.000 abitanti). Ciascun Comune potrà presentare più istanze, ognuna relativa ad un solo progetto o lotto funzionale, che godranno del totale abbattimento della quota interessi nel limite massimo per ciascuna istanza e complessivo di € 2 milioni di mutui;

uno stanziamento massimo di € 2.053.089 di contributi in conto interessi, per interventi realizzati dai Comuni medi (da 5.001 a 100.000,00 abitanti non capoluogo) dalle Unioni dei Comuni e Comuni in forma associata. Ciascun ente potrà presentare più istanze, ognuna relativa ad un solo progetto o lotto funzionale, che godranno del totale abbattimento della quota interessi nel limite massimo per ciascuna istanza di € 2 milioni e complessivo di € 4 milioni di mutui;

 uno stanziamento massimo di € 2.053.089 di contributi in conto interessi, per interventi realizzati dai Comuni capoluogo, Comuni oltre i 100.000 abitanti non capoluogo, Città Metropolitane e Province.

Ciascun ente potrà presentare più istanze, ognuna relativa ad un solo progetto o lotto funzionale, che godranno del totale abbattimento della quota interessi nel limite massimo per ciascuna istanza di € 2 milioni e complessivo di € 6 milioni di mutui.

Scadenza

Le domande di sostegno devono essere presentate entro le ore 24:00 del 05 dicembre 2019.