ESCLUSIVA. I legali coinvolti nelle intercettazioni dell’inchiesta sulle truffe assicurative si avvalevano anche di un carabiniere infedele/3a puntata

ESCLUSIVA. I legali coinvolti nelle intercettazioni dell’inchiesta sulle truffe assicurative si avvalevano anche di un carabiniere infedele/3a puntata

Continua la pubblicazione a puntate dell’  inchiesta sulla “centrale” delle truffe alle assicurazioni gestite a Taranto dall’agenzia di pratiche e sinistri assicurativi  Tortorella , specializzata come le intercettazioni comprovano, a pianificare ed organizzare delle truffe studiate a tavolino nei confronti delle principali compagnie assicurative.

Dalle intercettazioni che potrete leggere  di seguito si evince una vera e propria cabina di “regia” della famiglia Tortorella, che utilizzava un gruppo di di avvocati, medici e testimoni falsi.

Quello che i nostri lettori potranno scoprire dalla lettura dell’ordinanza che soltanto il CORRIERE DEL GIORNO in esclusiva ha pubblicato e pubblicherà a puntate per tutta la settimana, è il ruolo degli avvocati e medici al servizio permanente effettivo della struttura organizzativa, smantellata grazie all’eccellente lavoro investigativo svolto dalla Guardia di Finanza di Taranto e dalla Polizia Stradale.

ORDINANZA Gip 5a parte

Da queste intercettazioni  secondo gli investigatori emerge l’ attività “associativa” di un gruppo di avvocati composto dall’  Avv. Sebastiano  STRANGIO  VITALE  del Foro di Milano,  e dai legali tarantini  Avv. Luigi LO FRANCO, Avv.  Pietro PASTORE ,  Avv. Teresa SANARICA, Avv. Andrea TAGLIENTE (già arrestato nel 2015 nell’ “operazione TRIS” condotta dalla Polstrada di Taranto, sempre per truffe assicurative)  i quali  secondo gli inquirenti  di fatto cooperavano attivamente pressochè al servizio dell’ agenzia Tortorella, nell’istruire false testimonianze,  e come leggerete, prendendo ordini ed istruzioni dai componenti della famiglia Tortorella , quest’ultimi colpiti dai provvedimenti cautelari. Incredibilmente dell’organizzazione truffaldina compare anche un carabiniere Angelo SCHIRINZI in servizio presso l’Arsenale della Marina Militare.

alcuni degli avvocati coinvolti nell’inchiesta sulle truffe alle assicurazioni 

 

ORDINANZA Gip 6a parte

 

NOTA BENE: TUTTE LE PERSONE INCLUSE NELL’ORDINANZA DEL GIP DR. TOMMASINO DEL TRIBUNALE DI TARANTO NON SOTTOPOSTE AD ALCUN PROVVEDIMENTO DI DETENZIONE CAUTELARE ,  SONO ESCLUSIVAMENTE DA RITENERE AL MOMENTO QUALI  “PERSONE SOTTOPOSTE AD INDAGINI ” ( CIOE’  ISCRITTE NEL REGISTRO DEGLI INDAGATI DELLA PROCURA DI TARANTO)  E QUINDI AL MOMENTO NON SONO ANCORA “IMPUTATI” NEL PROCEDIMENTO IN QUESTIONE

continua /3

image_pdfimage_print
Please follow and like us:

Ti piace il Corriere del Giorno ? Fallo sapere !