Ecco come qualcuno…del Comune di Taranto (non) vuole promuovere la città !

Ecco come qualcuno…del Comune di Taranto (non) vuole promuovere la città !

Schermata 2015-07-13 alle 16.02.00di Valentina Taranto

La Milano-Taranto fu una corsa motociclistica di gran fondo su strada che si disputò dal 1937 al 1940 e dal 1950 al 1956. Il percorso fu progettato dal “tarantino” Mario D’Eintrona con l’avallo di Ugo Leonardi, Presidente del Motoclub Italia e Console della Milizia della Strada, realizzando il prolungamento fino a Taranto della Coppa del Duce del 1932, nata nel 1919 come Raid Nord-Sud, con percorso di gara da Milano a Napoli.  Alla mezzanotte del 2 maggio 1937 prese il via da Milano la prima edizione della corsa lunga 1.283 km, e la novità venne accolta con entusiasmo, tanto che si passò dai 72 concorrenti dell’anno precedente a ben 116 partenti su 135 iscritti.

Il traguardo posto sul viale dell’Arsenale Militare Marittimo di Taranto fu raggiunto da soli 57 motociclisti e l’edizione fu vinta da Guglielmo Sandri su una Moto Guzzi 500 bicilindrica, viaggiando ad una media di circa 104 Km/h.

Centauri, familiari, accompagnatori, meccanici, staffette, medici, controllori, addetti ai bagagli, autisti, interpreti, per un totale di oltre 300 persone di 10 nazionalità, che hanno percorso in sette giorni quasi 2000 km per le strade italiane, è secondo me, un avvenimento che andrebbe fatto conoscere meglio sopratutto alle nuove generazioni tarantine, e non solo.

Schermata 2015-07-13 alle 17.41.57

La Milano-Taranto non è solo sport, ma ben organizzata in loco anche un occasione di promozione della  cultura locale, storia, gastronomia, contribuendo notevolmente alla conoscenza dei luoghi che si vanno ad attraversare e di conseguenza al turismo a Taranto e provincia. Eccovi un pò’ di numeri per chi è curioso delle statistiche, ma soprattutto per far capire quanto è complessa, ma allo stesso tempo efficiente, la macchina organizzativa del Veteran club di S Martino in Campo, del mitico Franco Sabatini, che da 29 anni organizza questa manifestazione internazionale.

Km totali percorsi dai concorrenti nelle sei tappe:  1861
Km totali percorsi dai mezzi dell’organizzazione:  2881 (14 moto staffette e 14 tra auto, furgoni e camion)
Controlli orari effettuati 21
• Km da Milano a Taranto 1771
• Km da Taranto a Bari 90

Mezzi totali partecipanti 218 di cui 191 dei concorrenti e 27 degli assaggiatori
• Moto 165
• Vespe 9
• Lambrette 9
• Sidecar 8
Moto assaggiatori 27
Nazioni di provenienza dei partecipanti:  13
Totale numero dei partecipanti alla gara:  199
• Italia 96
• Germania 49
• Svizzera 21
• Olanda 10
• Gran Bretagna 8
• Austria 7
• Canada 2
• Finlandia 2
• Usa 1
• Hong Kong 1
• Francia 1
• Montecarlo 1
• Liechtenstein 1

Schermata 2015-07-13 alle 16.03.33Uomini 183 di cui 86 italiani e 97 stranieri
Donne 16 delle quali 7 italiane e 8 straniere

Moto assaggiatori 27
Totale assaggiatori 32 dei quali 9 italiani (7 uomini 2 e donne) e 23 stranieri (14 uomini e 9 donne)
Personale dell’organizzazione 48 (40 uomini ed 8 donne)

Per capire i motivi per cui tutta questa gente si sia spostata da Taranto a Bari per la premiazione,  cena ed il pernottamento, basta vedere questa immagine fotografica. Che non merita alcun commento. Il Comune di Taranto dovrebbe recitare un “mea culpa” pubblico e chiedere scusa. Un assessore serio, si dimetterebbe, o manderebbe a casa il funzionario e/o dirigente che ha preteso questo bollettino dagli organizzatori. Gli organizzatori della gara motociclistica Milano-Taranto, hanno postato sulla loro pagina Facebook, qualcosa di cui questa amministrazione comunale dovrebbe solo vergognarsi.

 

Schermata 2015-07-13 alle 15.50.06

image_pdfimage_print
Please follow and like us:
error

Ti piace il Corriere del Giorno ? Fallo sapere !