La solidarietà delle istituzioni al nostro Direttore

Il Sindaco di Taranto Dr. Ippazio Stefàno non appena appresa la notizia dell’incendio che ha distrutto in pieno centro l’autovettura del nostro direttore Antonello de Gennaro  gli ha immediatamente esternato, nel corso di una telefonata i suoi sentimenti di solidarietà e vicinanza auspicando che gli organi di Polizia e Magistratura facciano piena luce su quanto accaduto e che, per il bene di tutta la nostra comunità, sia riconducibile ad una fatto meramente accidentale.

Nella mattinata odierna il nostro Direttore è stato ricevuto dal Prefetto di Taranto e dai suoi principali collaboratori, nel corso del quale è stata espressa non solo la solidarietà dello Stato, ma è stata data ampia assicurazione ce presto verranno adottate tutte le necessarie azioni di tutela per il nostro lavoro giornalistico, per la nostra sede di Taranto, per garantire la massima libertà e diritto all’informazione .

Analoga solidarietà è stata espressa dal Vice Ministro per lo Sviluppo Economico Teresa Bellanova, dai  deputati  On. Gianfranco Chiarelli , On. Michele Pelillo, e On. Ludovico Vico, e da parte del presidente della Provincia di Taranto Martino Tamburrano, dei consiglieri regionali Renato Perrini, Cosimo Borracino e Luigi Morgante, e dal gruppo regionale pugliese del Movimento Cinque Stelle, dal Coordinamento Provinciale di Taranto del Partito Democratico, dal consigliere comunale Avv. Gina Lupo, dal Presidente della Confindustria Taranto Vincenzo Cesareo nonchè dai vertici nazionali, regionali e provinciali dell’ Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza e dal collega Enzo Iacopino Presidente uscente del Consiglio Nazionale dell’ Ordine dei Giornalisti 

Vergognoso l’assordante silenzio dell’ Ordine dei Giornalisti di Puglia e del Sindacato dei giornalisti pugliesi a dir poco imbarazzante . Ma da certe persone (chiamarli “colleghi” non è il caso) non c’è da meravigliarsi di nulla. Loro sono abituati a vivere nel branco. E noi non vogliamo appartenere e far parte di un “branco” ….

A tutti i colleghi delle altre testate e redazioni pugliesi e nazionali , invece, va il nostro più sincero ringraziamento per la vicinanza manifestata ed i molti messaggi di solidarietà pubblici e privati che continuiamo a ricevere ancora oggi in queste ore.




Amiu Taranto, Tarsu e dintorni

Schermata 2016-06-03 alle 11.16.46Segnalo con la presente quanto documentato dalle foto allegate: in data odierna 30/05/2016 verso le ore 11,45: in Via Cesare Battisti angolo Via Marco Pacuvio ed in via Generale Messina angolo via S. Giorgio . L’accumulo di rifiuti maleodoranti, frutta in decomposizione per il caldo e pezzi di arredamento (una bella poltrona!) fanno bella mostra nelle vie cittadine in pieno giorno a discapito dell’igiene pubblica e del decoro di una città moderna (o presunta tale!). Ho segnalato quanto sopra ad una vigilessa ( matricola n° 115) che si trovava casualmente in via Marco Pacuvio con la sua auto di servizio chiedendole di fare una segnalazione.
Schermata 2016-06-03 alle 11.17.28E’  appena il caso che si ricordi che dai tempi del dichiarato fallimento del Comune di Taranto la tariffa Tarsu è stata aumentata di circa l’80%; la sbandierata piccola riduzione con la tariffa Tarsu del corrente anno (attraverso i giornali) significa forse che in pari misura verrà ridotto il servizio?
Cordialità
Giovani Andriulli



Una nuova rubrica per i cittadini ed i nostri lettori: Dillo al Corriere del Giorno

Parte oggi anche  il “city-journalism” , che sta avendo grande successo in tutto il mondo, anche sul Corriere del Giorno che su questa nuova rubrica, le ospiterà lettere, segnalazioni, fotografie inviate dai lettori.

Schermata 2015-06-27 alle 11.34.42

 

Sarà possibile inviarci quello che ritenete di segnalarci e porre all’attenzione generale in più maniere. Eccole:

1. invia una mail a: ilcorrieredelgiorno@gmail.com

2. contattaci attraverso la nostra pagina ufficiale Facebookwww.facebook.com/ilcorrieredelgiorno1947

3. scrivi attraverso il sito su questa pagina : http://www.ilcorrieredelgiorno.net/contatta-la-redazione/

4. contattaci via WhatsApp al numero: 335 204050  (no telefonate )

L’eventuale  pubblicazione del materiale , che verrà valutato dalla Direzione e redazione, avverrà ad esclusivo titolo gratuito, e dovrà essere accompagnato dal nome e numero telefonico del segnalante per le necessarie opportune e verifiche.