Cambio al vertice della Prefettura di Taranto

ROMA – Il  Consiglio dei Ministri nella riunione tenutasi a Roma giovedì scorso, ha affrontato le nomine e i trasferimenti in altre prefettura italiane ed ha pprovato il movimento prefettizio proposto dal ministro dell’Interno Matteo Salvini,  deliberando la nomina del Prefetto Antonella Bellomo, proveniente dalla guida della Prefettura di Matera,  alla guida della Prefettura di Taranto . Il Prefetto Donato Cafagna lascia la prefettura jonica, dove era arrivato nel febbraio 2017, per assumere il nuovo e prestigioso incarico alla guida della Prefettura di Verona. Un cambio che arriva in un momento molto “caldo” per la città con il riaccenderti delle tensioni sociali sul fronte dell’inquinamento ambientale e dei rapporti con la nuova proprietà dello stabilimento siderurgico ex Ilva di Taranto.
Al Prefetto Cafagna che abbiamo avuto il modo di apprezzare per la sua correttezza istituzionale e sopratutto umanità e competenza professionale, rivolgiamo i nostri più sinceri ringraziamenti anche per la sua vicinanza al nostro giornale ed al nostro Direttore vittima di una brutale aggressione, certi che nel nuovo incarico a Verona saprà farsi apprezzare nella città scaligera, anche per le sue doti umane.
Rivolgiamo il benvenuto al nuovo Prefetto Bellomo augurandole buon lavoro, in un momento in cui la città di Taranto è “bollente”  anche a causa di qualche rappresentante delle istituzioni locale che soffia sul fuoco della protesta scomposta di una parte della città , non per spegnerlo, ma per alimentarla sempre di più per evidenti squallidi scopi di protagonismo politico personale.