Basilicata. Contributo regionale a fondo perduto per attività di formazione nelle imprese

a cura di Nicole Conte-  Sercam Advisory

La Regione Basilicata intende sostenere la capacità competitiva dei sistemi produttivi regionali e l’adeguamento della professionalità dei lavoratori, attraverso la concessione di aiuti alle imprese interessate dalla realizzazione di attività di formazione continua rivolte al proprio personale operante nelle unità locali di produzione di beni e servizi ubicate nel territorio della Basilicata.

Soggetti beneficiari

Possono beneficiare dell’aiuto le imprese che alla data di candidatura del progetto formativo siano in possesso dei seguenti requisiti:

  1. a) avere la sede dell’impresa e/o almeno una sua unità locale, allocata sul territorio della Regione Basilicata;
  2. b) non aver cessato o sospeso la propria attività e di essere iscritta nel relativo registro di categoria;
  3. c) non trovarsi in stato di fallimento, di liquidazione coatta o di concordato preventivo, o di non avere in corso un procedimento di una di tali situazioni;
  4. d) non essere un’impresa in difficoltà;
  5. e) non aver commesso gravi infrazioni definitivamente accertate alle norme in materia di sicurezza e ogni altro obbligo derivante dai rapporti di lavoro;
  6. f) non aver commesso violazioni gravi, definitivamente accertate, rispetto agli obblighi relativi al pagamento di imposte e tasse;
  7. g) osservare all’interno della propria azienda gli obblighi di sicurezza previsti dalla vigente normativa;
  8. h) non aver commesso violazioni gravi, definitivamente accertate, alle norme in materia di contributi previdenziali e assistenziali;
  9. i) rispettare per il proprio personale il CCNL di riferimento;
  10. j) essere in regola con gli adempimenti degli obblighi occupazionali stabiliti dalla legge 12 marzo 1999, n. 68 “Norme per il diritto al lavoro dei disabili”;
  11. k) non essere destinataria di sanzione interdittiva;
  12. l) assenza di cause ostative previste dalla l. 575/65 e s.m.i (norme antimafia).

Tipologie di spese ammissibili

I costi ammissibili sono i seguenti:

  1. a) Le spese di personale relative ai formatori per le ore di partecipazione alla formazione;
  2. b) I costi di esercizio relativi a formatori e partecipanti alla formazione direttamente connessi al progetto di formazione, quali le spese di viaggio, i materiali e le forniture con attinenza diretta al progetto, l’ammortamento degli strumenti e delle attrezzature per la quota da riferire al loro uso esclusivo per il progetto di formazione. Sono escluse le spese di alloggio, ad eccezione delle spese di alloggio minime necessarie per i partecipanti che sono lavoratori con disabilità;
  3. c) I costi dei servizi di consulenza connessi al progetto di formazione;
  4. d) Le spese di personale relative ai partecipanti alla formazione e le spese generali indirette (spese amministrative, locazione, spese generali) per le ore durante le quali i partecipanti hanno seguito la formazione.

Entità e forma dell’agevolazione

L’agevolazione è concessa in conto capitale.

Scadenza

Le domande di sostegno devono essere presentata entro il 31 gennaio 2019.